Cronaca

Il Consiglio sblocca il tram, il prezzo? Nuova Ztl a 100 euro

Dopo una maratona notturna è stato approvato il contratto di servizio tra Amat e Comune: tram in funzione entro il 31 dicembre. Introdotte alcune navette gratuite per il centro e le zone balneari. Abbonamento a una linea bus e pass per il parcheggio per chi paga in un'unica soluzione. Duri i commenti dell'opposizione

Approvati il contratto di servizio tra Amat e Comune e le Ztl dopo una maratona notturna in Consiglio. Il tanto atteso accordo tra l’Amministrazione e la società partecipata è stato raggiunto e introdurrà una nuova "tassa" per i cittadini così da potere avviare il servizio. Il tram inizierà a viaggiare con i passegeri a bordo delle quattro linee entro il 31 dicembre. Allo stesso tempo sono state approvate le Zone a traffico limitato, all’interno delle quali si potrà circolare, a partire dal 2016, solo con un pass del costo di 100 euro per ogni auto, gratuito per le auto elettriche e con sconti per i possessori di auto ibride e a metano. Costo più salato per i mezzi pesanti: fino a 600 euro. E' stata prevista l’introduzione delle navette nelle zone balneari di Mondello e Sferracavallo e nel centro storico. "I residenti che pagheranno in unica soluzione - spiegano dal Comune - avranno inoltre due agevolazioni: un abbonamento per una linea bus che attraversa la Ztl (fatta eccezione per la linea 101) e la gratuità della sosta in zona blu nella zona di residenza".

Il contratto di servizio è stato oggetto di un duro braccio di ferro fra la Giunta e il Consiglio che, in virtù delle scadenze imposte da Unione europea e Governo, si è visto "costretto" ad approvarlo con molti indugi. "Sala delle Lapidi - spiega Filippo Occhipinti (Gruppo misto) - ha mostrato grande responsabilità e fatto la sua parte, permettendo la partenza del tram e scongiurando così la paventata revoca dei 263 milioni dei fondi europei e nazionali serviti per realizzarlo. Revoca resa possibile - dice Occhipinti - da un comportamento assurdo dell’Amministrazione che ha consentito l'iscrizione della delibera il 15 dicembre, mettendo il consiglio con le spalle al muro".

Grandi polemiche sull’introduzione delle Ztl, viste dalle opposizioni come un nuovo tentativo (riuscito in questo caso) di mettere le mani nelle tasche dei palermitani e non di, come previsto, ridurre l’inquinamento in centro. "Il loro uso è stato snaturato", tuona Occhipinti. Dello stesso avviso la consigliera e vicepresidente vicaria del Consiglio comunale Nadia Spallitta: "Temo che le associazioni dei consumatori possano fare ricorsi e vincerli, perché le tariffe sono state introdotte in un contratto di servizio senza alcun regolamento o previsione di bilancio. Non è chiara quale sia la normativa di riferimento per l’Amministrazione. Le auto potranno infatti circolare all’interno del vasto perimetro delle Ztl, dalla via Notarbartolo alla stazione centrale, semplicemente pagando. Così facendo il provvedimento non potrà considerarsi un deterrente per contenere i livelli di smog e polveri sottili perché di fatto - aggiunge - non pone praticamente alcun limite".

Passando ai numeri, le entrate stimate dall’Amministrazione si aggirerebbero intorno ai 30 milioni di euro l’anno. Come verranno spesi? "Il primo anno - spiega la Spallitta - il tram costerà 22 milioni e ne incasserà 4. L’anno successivo costerà 17 milioni di euro e se ne incasseranno sempre 4. Ai cittadini si chiedono complessivamente 30 milioni di euro all’anno che saranno utilizzati per coprirne la gestione del servizio. E successivamente? C’è un comma - conclude - che prevede che le ‘eccedenze’ confluiscano nelle casse del Comune, che però non ha fatto in merito alcuna previsione in Bilancio. Per cosa le utilizzeranno?". Bocciato durante la seduta un emendamento che avrebbe garantito un abbonamento gratuito e per tutti i mezzi pubblici per chi "acquista" il pass. "Sarebbe stato un importante incentivo - dichiara Salvo Alotta (Pd) per l’utilizzo di tram, autobus, bike e car sharing. Hanno approvato una Ztl inefficace".

"Garantita la sostenibilità economica - si legge in una nota del sindaco Orlando - attraverso la previsione del contratto fino alla data del 2035, rendendolo uno strumento per mettere in sicurezza i conti dell'AMat e per permettere di programmare altre importanti azioni, a partire dalla costruzione di una dimensione metropolitana per l'Amat, di cui proporremo l'apertura agli altri comuni. Un grande ringraziamento - aggiunge il primo cittadin - va a coloro che da oggi renderanno utile ed operativa questa importante opera: i lavoratori dell'Amat, perché voglio però ricordare che oggi non parliamo solo del tram ma anche della loro azienda. Oggi abbiamo fatto un'importante scelta che fa dell'Amat il fulcro attorno a cui ruota il progetto di mobilità sostenibile per la città".

LE REAZIONI

GIULIO TANTILLO. "E' evidente che per la città di Palermo è un giorno molto importante e quello che conta è che il Consiglio comunale abbia lavorato per dare alla città un'opera che si aspettava da anni. Ho sempre sostenuto che il tram debba partire, ma tutti sanno che ci siamo ritrovati a gestire questa vicenda con grande ritardo. Abbiamo agito con senso di responsabilità per garantire l'avvio dell'opera, ma è incredibile che una delibera di questa portata impieghi cinque o sei mesi per arrivare all'attenzione del Consiglio. Nel contratto di servizio restano molte incongruenze, che abbiamo deciso di non emendare ma ci aspettiamo che l'Amministrazione vi metta mano. Siamo contenti che il tram parta ma non siamo contenti che i cittadini debbano pagare ben 100 euro per l'accesso della Ztl. Proporremo già il prossimo anno una rimodulazione della tariffa prima del bilancio, sulla base di dati certi";

ALESSANDRO ANELLO.  "Questa delibera continua ad avere troppe criticità, per cui non la voterò, anche se riconosco la grande importanza dell'avvio del Tram. Il vulnus originario, che ha determinato tutte le criticità, è stato il ritardo con cui questa delibera è arrivata all'attenzione del Consiglio comunale. Abbiamo fatto tutto quanto potevamo per evitare questa nuova tassa ai palermitani. Sono contento del fatto che potremo rivedere la tariffa, cosa che consideriamo importantissima";

ORAZIO LA CORTE. "Riconosco all'ingegnere Rossi di avere dimostrato e di stare dimostrando di avere grande professionalità e competenza, ferme restando alcune divergenze sulle proposte che ha portato. L'Amat è un'azienda che era e deve tornare ad essere il fiore all'occhiello dell'Amministrazione. Il Sindaco si è impegnato ad un rilancio dell'azienda e oggi, con la disponibilità del Tram che prima appariva pura utopia, vi sono davvero concrete possibilità di rilancio. Ho votato la delibera perché ho a cuore l'azienda e perché riconosco l'impegno del Sindaco, ma non posso non ricordare che oggi la dirigenza dell'azienda non è adeguata a garantire i diritti dei lavoratori";

PAOLO CARACAUSI. "In queste 24 ore di seduta abbiamo fatto un ottimo lavoro e credo che il Consiglio comunale abbia fatto un lavoro responsabile, frutto anche di un lavoro condiviso con gli Assessori Catania e Abbonato e con gli Uffici. Essere scesi da 120 a 100 euro e aver inserito tante agevolazioni per le Ztl è stato importante, ma ci siamo già detti che nei prossimi mesi faremo una revisione, che tenga conto delle necessità dei lavoratori che avranno bisogno di entrare nella Ztl. Mi asterrò perché da un lato c'è l'apprezzamento per la partenza del Tram ma il giudizio negativo sui costi della Ztl".

MIMMO RUSSO. "In questi giorni abbiamo avuto momenti di tenzione, momenti antipatici di confronto aspro, ma oggi credo che tutti dobbiamo essere contenti, non solo una parte politica o i consiglieri. Oggi è la città che deve essere contenta, perché c'è stato un lavoro e perché comunque da parte di tutti c'è stata responsabilità. Nei prossimi giorni il Consiglio tornerà a riunirsi per affrontare altre importanti questioni che riguardano ancora una volta il ruolo delle aziende e la possibilità di renderle sempre più uno strumento di servizio efficiente per i cittadini";

ROSARIO FILORAMO. "Questo atto potrebbe essere ancora in trattazione e avrebbe potuto trascinarsi per giorni. E invece è prossimo al voto perché il Pd ha agito con serietà e responsabilità per fare sì che la città avesse il tram. Siamo contenti che partano le corse e siamo contenti che il Consiglio comunale abbia lavorato alacremente. Ma non siamo contenti del fatto che questo atto che stiamo per approvare non risolve i problemi strutturali dell'azienda, non scommette sulla capacità dell'azienda di essere davvero  in grado di vendere biglietti. Aver legato il tram alle Ztl è una operazione che conferma l'immagine di una Amministrazione che introduce nuove tasse. E non si può non ricordare che l'Amministrazione ogni volta che ha voluto introdurre una nuova tassa lo ha fatto concordando emendamenti con una parte del Consiglio Comunale. A noi interessa che i palermitani sappiano che ci sono due modelli. Uno è quello delle nuove tasse, che in questo momento ha la maggioranza in consiglio; uno è il nostro su cui oggi non c'è maggioranza, ma che continueremo a proporre".

AURELIO SCAVONE. "Intanto devo ringraziare tutti i gruppi consiliari, compreso quello del Partito Democratico. Nessuno ha chiuso le porte ad alcuno e avremmo voluto che ci fosse una più profonda collaborazione. Altrettanto ringraziamento agli Assessori, ai funzionari e a tutto il personale del Consiglio comunale. Grazie soprattutto ai consiglieri che hanno lavorato in modo così serio e pesante, dimostrando amore per la città";

SERENA BONVISSUTO. "Ho votato no alla delibera per le stesse motivazioni che ho illustrato durante il dibattito. Non è ammissibile che l'Amministrazione ci abbia costretto a tempi così stretti, che non garantiscono un dibattito sereno e di qualità. Molti dei quesiti che ho posto sono rimasti senza risposta, a partire da alcuni gravi vizi formali. Chi voterà si, lo farà soltanto sulla base fideista, con alcune opposizioni che hanno fatto finta di fare l'opposizione, secondo un copione già visto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Consiglio sblocca il tram, il prezzo? Nuova Ztl a 100 euro

PalermoToday è in caricamento