Velodromo, si va verso la fine dei lavori: a metà giugno l'apertura (parziale) dell'impianto

Tornano fruibili la zona centrale del prato e della tribuna scoperta. Il cantiere resterà aperto. Entro fine luglio il completamento dell'intervento sulla pista ciclistica ad anello. L'impianto, che può accogliere 14 mila spettatori, è chiuso da sei anni

Dopo anni di chiusura, il Velodromo riaprirà le porte entro la metà di giugno. Il cantiere resterà aperto ma la zona centrale del prato e della tribuna scoperta saranno fruibili. Proseguiranno invece fino alla fine di luglio i lavori che permetteranno nuovamente l'utilizzo della pista ciclistica ad anello. E' questo quanto emerso ieri nel corso di un sopralluogo svolto dal sindaco Orlando e dal vicesindaco Giambrone alla presenza dei responsabili del Coime e dell'Amg. Si sono del tutto conclusi i lavori nella palazzina che ospita (e continuerà ad ospitare) gli uffici del Coime e i servizi. Restano da terminare quelli, a cura di Amg, relativi all'illuminazione e all'impianto elettrico.

Tutti i lavori sono stati eseguiti e saranno eseguiti in house, senza appalti esterni se non quelli per l'acquisto dei materiali. Finora sono stati spesi circa 700 mila euro, utilizzati soprattutto per sistemare le gradinate, il prato sintetico e l'impianto elettrico.

“Sono stati anche ristrutturati i servizi igienici sotto le tribune – spiega l’assessore Fabio Giambrone – e già da tempo nell'impianto si erano insediati gli uffici del Coime anche come strumento di presidio e prevenzione di nuovi furti e atti vandalici". Erano stati proprio questi ultimi a determinare sei anni fa la chiusura dell'impianto, soprattutto per i gravi danneggiamenti che avevano colpito l'impianto elettrico e le torri faro, resi del tutto inservibili e addiriturra pericolosi per gli utenti. Un ulteriore elemento di protezione e prevenzione sarà l'impianto di videosorveglianza che sarà realizzato attorno e all'interno della struttura.

Il prato in erba sintetica sarà omologato e potrà essere utilizzato sia per gli incontri di calcio sia per il football americano e il rugby. La struttura può accogliere oltre 7 mila spettatori in tribuna e altrettanti nella zona centrale. "Oggi abbiamo avuto un'ottima notizia - afferma il sindaco - perché il Velodromo non è soltato uno spazio pubblico per lo sport e i concerti, ma è anche un pezzo importante della storia di rinascita di Palermo e dei suoi quartieri, non a caso dedicato a Paolo Borsellino".

"Il Velodromo di Palermo è una delle ricchezze che vanno restituite alla città e quindi ben vengano i lavori annunciati dal Comune che ci auguriamo siano celeri ed efficaci, non solo per gli eventi musicali ma anche e soprattutto per lo sport palermitano. La struttura va omologata e resa idonea alle competizioni sportive che danno lustro a Palermo", il commento del capogruppo del Partito Democratico al consiglio comunale di Palermo, Dario Chinnici.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperone sotto shock, annuncia suicidio su Facebook e si toglie la vita

  • E' morto "U Zu Totò", per 50 anni ha fritto panelle e crocchè accanto alla Fiera

  • I palermitani con la colla sulle mani, la "banda dell'Attak" fermata prima del colpo in banca

  • Si accascia per terra e non si rialza più, uomo muore sotto i portici di piazzale Ungheria

  • Foro di Palermo in lutto, muore improvvisamente avvocato

  • Incidente sulla Palermo-Mazara, tir sbanda e il conducente viene sbalzato sull'asfalto: è grave

Torna su
PalermoToday è in caricamento