Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Via del Celso

Moschea chiusa dopo grave incidente, l'appello: "Ramadan alle porte, riapritela"

Il luogo di culto è stato chiuso dopo che un volontario è caduto da un ponteggio restando gravemente ferito. I consiglieri di Sinistra Comune: "Non si può privare la comunità islamica dell'edificio durante la più significativa festività religiosa, magistratura intervenga"

L'ingresso della moschea - Foto tratta da Wikipedia

Il 16 maggio inizierà il Ramadan, la festa religiosa più importante per i musulmani. A Palermo ci sono oltre quindicimila fedeli, al momento senza un luogo di culto. La moschea di via del Celso, infatti, è chiusa dalla settimana scorsa quando "un volontario impegnato nelle pulizie delle finestre è caduto dal ponteggio" rimanendo gravemente ferito. L'uomo, 47enne tunisino, è in coma al Civico. Sinistra Comune lancia un appello alla magistratura affinchè intervenga per tempo.

"E' un grave problema - affermano i consiglieri di Sinistra Comune Giusto Catania, Barbara Evola, Katia Orlando e Marcello Susinno –  perchè si avvicina il momento più importante dell'anno, cioè il Ramadan. Chiediamo dunque alla magistratura, pur nel rispetto delle sue prerogative di inchiesta, di riaprire la moschea prima del 16 maggio. Non si può privare la comunità islamica palermitana dell'edificio di culto e di riferimento quando la più significativa festività religiosa è alle porte".

Igor Gelarda-7Sull'argomento interviene il consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle Igor Gelarda. "Le dichiarazioni fatte da Sinistra Comune - afferma Gelarda - in merito alla 'necessità' e all'urgenza di riapertura della Moschea di via del Celso mi sembrano gravi. In questo momento c'è la magistratura che sta verificando se ci sono responsabilità da parte di qualcuno per il grave incidente che ha coinvolto il giovane tunisino la settimana scorsa. Da uomo delle istituzioni ma anche da cittadino - spiega Gelarda - affermo che nessuno si debba permettere, men che mai la politica, di fare pressioni o premura al lavoro della magistratura e delle forze dell'ordine. Che con i mezzi e gli uomini che hanno a disposizione cercano sempre di fare il meglio possibile. Se la nota di Sinistra Comune - conclude il consigliere del M5S - è finalizzata ad attirarsi le simpatie della comunità islamica palermitana, penso che sia un modo poco elegante di agire. Perché sono convinto che sono gli appartenenti a quella comunità i più interessanti di tutti a conoscere come siano andate le cose. Resto convinto che giudici e investigatori faranno del loro meglio anche in questo caso".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moschea chiusa dopo grave incidente, l'appello: "Ramadan alle porte, riapritela"

PalermoToday è in caricamento