menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

Buccheri La Ferla, apre nuovo centro notturno per i poveri

L'iniziativa è stata promossa dall'Associaizone con i Fatebenefratelli per i malati lontani, che ha voluto creare uno spazio per l'accoglienza intitolato al Beato padre Olallo. Ogni mercoledì attivo il servizio docce

Un nuovo spazio aperto ai poveri, anche di notte, dove potersi fare una doccia o lavare la biancheria. Sarà inaugurato il prossimo 7 marzo, alle ore 10, presso la chiesa dell’Ospedale Buccheri La Ferla-Fatebenefratelli, il nuovo Centro di accoglienza notturno intitolato a “Beato padre Olallo”, frate appartenente all’Ordine dei Fatebenefratelli, vissuto a Cuba nella seconda metà dell’Ottocento. L’iniziativa nasce dall’Associazione con i Fatebenefratelli per i malati lontani. A celebrare la messa che darà il via alle attività sarà l’arcivescovo Corrado Lorefice.

La sezione locale di Palermo dell’Afmal dal primo dicembre 2009 sta attuando un servizio di accoglienza per i poveri senza discriminazione di carattere politico, religioso o etnico. Ogni mercoledì pomeriggio, all’interno del comprensorio ospedaliero, viene offerto un servizio docce nel quale soggetti in condizione di disagio soddisfano esigenze di base: lavarsi, ritirare la biancheria e indumenti puliti che vengono offerti dai volontari del Centro. Inoltre, una volta al mese viene distribuita la spesa a 130 famiglie bisognose. Dal febbraio 2014, sono cominciati i lavori di ristrutturazione di una palazzina di proprietà dell’Ordine dei Fatebenefratelli, che si trova in vicolo Sant’Uffizio, per realizzare un centro di accoglienza notturno.

Dal 7 marzo 2016, ogni sera, le porte saranno aperte per accogliere gratuitamente 12 persone senza fissa dimora. La struttura è dotata di 6 camere da letto, ciascuna con due posti e bagno in camera. La sera verrà offerta la cena e il mattino la colazione. “Tutto quello che è stato realizzato – dichiara Fra Luigi Gagliardotto, presidente della sezione locale e superiore dell’Ospedale - è esclusivamente frutto di donazioni provenienti da privati. La nostra opera andrà ad aggiungersi a quelle già esistenti in città. Purtroppo l’offerta di questo tipo di servizi non è mai sufficiente per accogliere i bisognosi che sono sempre più numerosi. Il centro è una testimonianza tangibile della carità e della misericordia. Abbiamo ancora bisogno di tutti. In questo momento oltre ai fondi per mantenere il centro, cerchiamo volontari che siano disponibili per l’accoglienza notturna. Inoltre, abbiamo bisogno di continuare a raccogliere fondi per pagare i debiti che abbiamo contratto”.

Gli ospiti entreranno alle ore 19,30 e lasceranno la struttura alle 8 del mattino. Verranno offerte la cena e la colazione. L’attuale regolamento prevede che gli ospiti possano dormire per un periodo di 7 giorni continuativi e potranno essere riammessi dopo un mese dall’ultima permanenza. E’ necessario sostenere un colloquio prima di accedere o il mercoledì dalle 15 alle 17, o il giovedì dalle ore 10 alle 12. Per informazioni è possibile telefonare al numero 091.479513 o mandare una mail all’indirizzo centrolallo@fbfpa.it Per le donazioni è possibile effettuare un bonifico, intestato a: AFMAL – Sez. Loc. di Palermo “Centro Beato Padre Olallo”, IBAN: IT 84 Y 05132 04684 784570329534.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento