menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Angela Porcaro

Angela Porcaro

Pietre e bastonate: picchiano anziano e lo rapinano, arrestati due palermitani

In manette un 17enne e una donna di 30 anni: i due avrebbero agito con "premeditazione e con incredibile violenza". E' successo a Gioiosa Marea. La vittima è stata sorpresa mentre stava mungendo una capra nell'ovile e colpita ripetutamente alle spalle

Hanno agito con premeditazione e con incredibile violenza gli autori del tentato omicidio e della rapina ai danni di un ultraottantenne aggredito nella serata dello scorso 15 aprile. La polizia - all'alba di oggi - ha arrestato due palermitani, un giovane di 17 anni e Angela Porcaro, 30 anni. Il 17enne ha aggredito, secondo gli investigatori, a Gioiosa Marea, in aperta campagna, la sua vittima mentre stava mungendo una capra nell'ovile, nei pressi della sua abitazione, colpendolo ripetutamente alle spalle con un bastone.

Quando la vittima ha tentato di reagire, anche la trentenne, secondo l'accusa, ha colpito l'anziano con delle pietre. I due gli hanno quindi sfilato portafogli e chiavi di casa e sono scappati via, lasciando l'ottantenne a terra esanime, con una frattura al cranio, numerose ferite lacero-contuse ed escoriazioni nel resto del corpo.

PIETRE BASTONE-2Gli agenti del commissariato di pubblica sicurezza di Patti, attraverso un capillare lavoro investigativo, sono risaliti ai due tramite un pizzino, lasciato dal diciassettenne che aveva già incontrato l'anziano nella stessa giornata dell'aggressione. Il giovane si era, infatti, presentato a casa sua nello stesso pomeriggio con un bimbo di pochi anni, chiedendo dell'olio da comprare. La vittima lo aveva fatto accomodare, gli aveva offerto da bere e aveva dato un dolcetto al bambino. Aveva chiesto poi al diciassettenne di lasciargli il numero di telefono per poterlo contattare una volta trovato il venditore d'olio. Numero di telefono che il diciassettenne ha scritto appunto su un foglio, indicando nome di battesimo e luogo di origine. Attraverso la descrizione fornita dalla vittima, si è riusciti a risalire a ragazzo e poi alla complice. 

Decisive infine anche le testimonianze di alcuni vicini e i riscontri calligrafici. Angela Porcaro, che ha precedenti per minacce, molestie e oltraggio a pubblico ufficiale, è stata portata in carcere. Il 17enne è stato invece portato in un istituto per minori di Palermo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento