menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragedia sul lavoro nel Vicentino: imprenditore palermitano muore folgorato

La vittima, originaria di Geraci Siculo, aveva 45 anni: stava scaricando materiale edile con un’autogru, quando ha accidentalmente urtato i cavi dell’alta tensione ed è stato colpita da una fortissima scarica elettrica

Un imprenditore di Geraci Siculo, Antonio Trieste, di 45 anni, è morto a Zanè, in provincia di Vicenza, mentre stava scaricando materiale edile con un’autogru. L'uomo ha accidentalmente urtato i cavi dell’alta tensione ed è stato colpito da una fortissima scarica elettrica. La tragedia si è consumata all’interno dell’area di un capannone industriale in fase di ristrutturazione. Trieste era titolare di una ditta della provincia operante in interventi su tetti e coperture. L’uomo, folgorato, è caduto al suolo da un’altezza di circa cinque metri ed è morto sul colpo. Inutili i soccorsi. Sulla vicenda indagano i carabinieri.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento