Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Sigaretta accesa, palermitano muore bruciato sulla sua poltrona a Saronno

L'uomo viveva da solo. A dare l'allarme sono stati i vicini di casa, svegliati dal fumo proveniente dal suo appartamento. Secondo una ricostruzione delle forze dell'ordine forse si era addormentato dopo aver consumato una dose eccessiva di alcolici

Quando carabinieri e vigili del fuoco sono arrivati lo hanno trovato seduto sulla poltrona, avvolto dalle fiamme e ormai carbonizzato. Tragedia a Saronno, dove è morto un palermitano di 61 anni. L'uomo viveva da solo: era circondato da mozziconi di sigarette e probabilmente aveva annegato la sua solitudine con una dose eccessiva di alcool. La vittima si chiamava Antonino Lo Presti. Il macabro ritrovamento è stato fatto all'alba del 6 gennaio.

Secondo le prime ricostruzioni la causa della tragedia potrebbe essere una sigaretta lasciata accesa. L’allarme è stato lanciato dai vicini che hanno visto uscire del fumo dall’appartamento del palermitano. Lo Presti svolgeva l’incarico di addetto elle pulizie dei parchi pubblici o delle strade nell’ambito dei programmi di sostegno all’occupazione dei Servizi sociali e del centro per l’impiego. La vittima era divorziata e aveva due figli. Tra le ipotesi al vaglio c'è quella che al momento dell’incendio l'uomo fosse già privo di sensi per un malore.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sigaretta accesa, palermitano muore bruciato sulla sua poltrona a Saronno

PalermoToday è in caricamento