menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'entrata del Teatro Garibaldi durante una protesta

L'entrata del Teatro Garibaldi durante una protesta

Teatro Garibaldi discoteca per una notte, gli artisti si ribellano: evento annullato

Inizialmente l'associazione PopShock aveva ottenuto l'ok: musica a tutto volume e folla fino a tarda notte tra fascino e storia. Ma in tanti hanno "storto il naso", quindi la retromarcia. Un organizzatore: "Peccato sarebbe stato il pretesto per avvicinare il teatro ad un pubblico differente"

Nessuna discoteca, né dj-set o superalcolici. Il Teatro Garibaldi non sarà invaso dal popolo del sabato notte. L'evento di domani chiamato dagli organizzatori "Opera", è stato annullato. Anzi, ufficialmente rinviato a data da destinarsi. Eppure era tutto pronto: le prove durante la settimana, i messaggi pubblicitari lanciati sui social network, la locandina, le prevendite. Un impatto da record, la grande attesa per l'evento: in poche ore - su Facebook - all'evento avevano risposto "presente" già 200 partecipanti. Numeri destinati a salire nel corso della settimana. Peccato però che il teatro - nel cuore della Kalsa, a pochi passi dalla Magione - fosse omologato "solo" per 150 persone. In pochi giorni il mondo dell'arte s'è così ribellato per impedire che si svolgesse l'evento così "profano" ai loro occhi. Una serata già pronta e organizzata con lo start alle 22 e la musica "annunciata" fino alle 3 di notte.

"PopShock", specializzata nell'organizzazione di feste ed eventi (e capace di attirare centinaia di giovani ogni weekend) aveva ottenuto l'ok. Musica a tutto volume e folla fino a tarda notte all'interno del rudere di teatro all'italiana tra fascino e storia. Come se non bastasse il Garibaldi - che evidentemente ha altre vocazioni - non possiede neanche licenze alcoliche. Artisti e musicisti locali hanno fatto partire il loro tam tam sui social. In tanti hanno storto il naso. Così in queste ore è arrivata la retromarcia e la decisione definitiva.

Il teatro venne inaugurato nel 1861 da Giuseppe Garibaldi, che qui fece un discorso alla folla. Dall'inaugurazione ha subito negli anni varie trasformazioni. Rimase a lungo chiuso e riaprì solo nel 1906. Poi il lungo stop, i lavori, l'occupazione ad opera di lavoratori e lavoratrici dello spettacolo, gli onori della cronaca grazie a personaggi del calibro di Emma Dante, Peter Brook e Wim Wenders (che qui dentro ha girato una scena del suo film Palermo Shooting). Il Teatro Garibaldi discoteca per una notte. Un incubo scacciato per qualcuno, un sogno per altri, destinato a restare nel cassetto. Sulla pagina Facebook dell'evento appare una scritta eloquente: "Rinviato". "Peccato - dice un organizzatore - sarebbe stato il pretesto per avvicinare il teatro ad un pubblico differente. Qualcuno evidentemente ha cambiato idea...".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giornali on line più letti, la classifica della piattaforma Similarweb

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento