"Una riflessione sulla mafia", sul sito della Procura una bacheca aperta a tutti i cittadini

L'iniziativa è stata lanciata in occasione del 27° anniversario della strage di Capaci. Il procuratore Francesco Lo Voi: "In tanti hanno parlato di mafia e di antimafia. Quelli che hanno avuto minori opportunità di farlo sono stati i comuni cittadini"

La statua di Falcone e Borsellino all'interno del tribunale

Sul sito internet della Procura non solo comunicazioni ufficiali per addetti ai lavori o su come accedere ai servizi, ma anche uno spazio in cui i cittadini possono lasciare un pensiero, una riflessione sulla mafia. Una sorta di "bacheca" aperta a tutti (anche se saranno vagliati prima della pubblicazione ndr) . L'iniziativa è stata lanciata oggi a pochi giorni dal 27°anniversario della strage di Capaci. A presentare l'iniziativa con un messaggio è il procuratore Francesco Lo Voi.

"Il 23 maggio ed il 19 luglio del 1992 sono due date che fanno riaffiorare tragici ricordi. Le stragi di Capaci e via d'Amelio segnarono profondamente l'anima di tutti i Magistrati italiani e di tutti i cittadini onesti - scrive Lo Voi - Da allora, nessuno poté più dire che la mafia non esisteva, che non fosse strumento di morte e di vessazione. Da allora, tanti hanno parlato di mafia e di antimafia. Da allora, tanti hanno fatto sentire la loro voce contro la mafia e molti (non tutti) si sono battuti e si battono tuttora contro la mafia. Quelli che hanno avuto minori opportunità di farlo sono stati i comuni cittadini, magari quelli che la mafia la vedono ancora ogni giorno; ed anche quelli, e sono tanti, che col loro impegno o facendo semplicemente il loro dovere, hanno supportato questa lotta. Ecco perché quest'anno la Procura di Palermo, nel suo sito internet ufficiale, ha deciso di dare voce ai cittadini".

Anniversario strage di Capaci, oltre 70 mila studenti pronti a invadere Palermo

Lo Voi spiea che "chiunque potrà inviare un messaggio che verrà pubblicato sul sito e che sarà quindi visibile a tutti. Dal 23 maggio al 19 luglio raccoglieremo e pubblicheremo tutti i messaggi che ci saranno inviati. Seguiremo questo periodo non solo coi nostri ricordi, ma anche con quelli di tutti coloro che si riconoscono nell'azione comune contro la mafia e soprattutto – lo speriamo fortemente – con quello dei giovani, anche di quelli che nel 1992 non erano ancora nati. Perché è per il loro futuro che questa lotta viene portata avanti e deve essere vinta".

Anche il premier Giuseppe Conte a Palermo

procura-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I messaggi potranno essere inviati dal 23 maggio al 19 luglio. "Una volta inviati - si legge in coda al messaggio scritto da Lo Voi - saranno valutati dalla Procura in merito alla loro pubblicazione. Per maggiore sicurezza sarà tracciato anche l'indirizzo IP dell'utente che intende inviare il messaggio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Le mosse anti Covid di Orlando: nessun coprifuoco ma divieto di sostare in strada

  • Maestra positiva al Covid e classe d'asilo in quarantena, i genitori: "Comunicazione arrivata tardi"

  • Gli insulti, la sparatoria in piazza e la chiamata al 112: "Questa è l'arma con cui l'ho ucciso"

  • Incidente a Boccadifalco, schianto tra 2 auto: tre feriti, uno è grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento