Strage di Capaci, la Cisl partecipa a flashmob: "Ricordiamo i nostri eroi"

Il sindacato aderisce all'iniziativa della fondazione Giovanni Falcone e il 23 maggio all'ora dell'esplosione esporrà un lenzuolo bianco al balcone. Il segretario La Piana: "Diremo ancora una volta 'No' a ogni forma di oppressione e sopraffazione mafiosa"

Leonardo La Piana segretario generale Cisl Palermo Trapani

"Il prossimo 23 maggio, ci saremo, seppure in modo diverso. Commemoreremo i nostri eroi, esponendo alle 17.58 ora della strage di Capaci, lenzuola bianche ai nostri balconi. Ribadiremo cosi, quanto sia necessario oggi più che mai il coraggio di combattere l’illegalità, l’oppressione mafiosa, di andare avanti, di adattarsi al cambiamento, la forza di assicurare un futuro diverso ai nostri giovani". Cosi Leonardo La Piana segretario generale Cisl Palermo Trapani in vista del ventottesimo anniversario della Strage di Capaci, in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, e gli agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, il prossimo sabato 23 maggio, annuncia la partecipazione dei giovani, pensionati e pensionate, lavoratori e lavoratrici della Cisl Palermo Trapani al flash mob organizzato dalla Fondazione Giovanni Falcone con l’hastag #ilcoraggiodiognigiorno.

"Diremo ancora una volta 'No' a ogni forma di oppressione e sopraffazione mafiosa – afferma il segretario generale -. In questo momento così difficile, segnato da una pandemia che ci ha reso più fragili, serve massima vigilanza e attenzione nella lotta alla mafia e alle infiltrazioni mafiose che possono condizionare il nostro tessuto economico, rischio purtroppo alto in questo periodo, come dimostrato da recenti indagini delle forze dell’ordine”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Piana aggiunge: “Dobbiamo essere sempre più uniti, sempre più forti e coraggiosi, perché come diceva lo stesso giudice Falcone ‘l'importante non è stabilire se uno ha paura o meno, è saper convivere con la propria paura e non farsi condizionare dalla stessa’. In questo momento storico, con così tanti esempi di coraggio quotidiano che ci hanno mostrato gli operatori sanitari, i lavoratori dei servizi essenziali, ricordare è ancora più importante. La memoria – conclude La Piana - è la base per la costruzione di un futuro diverso. Senza un percorso legale e sicuro nel mondo del lavoro, non può esserci sviluppo. Costruiamo insieme un percorso di crescita economica, culturale a sociale, che sia basato sul valore dell’onestà e del rispetto per il prossimo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stretta anti covid, ecco l'ordinanza: mascherine all'aperto, divieto di stazionare in strada

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Reddito di cittadinanza, per il mese di sospensione potranno essere chiesti i buoni spesa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento