Morì per mano mafiosa, la polizia ricorda Calogero Zucchetto

La commemorazione nel luogo dell’eccidio, all’angolo tra la via Notarbartolo e la via Libertà.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Domani mattina, alle 10, la polizia, a Palermo, commemorerà Calogero Zucchetto, nella ricorrenza del 35esimo anniversario della sua uccisione. La sera del 14 novembre 1982 il giovane investigatore morì per mano mafiosa. Domani, a 35 anni di distanza, proprio nel luogo di quell’eccidio, all’angolo tra la via Notarbartolo e la via Libertà, luogo ribattezzato “Largo degli Abeti”, il Questore, alla presenza delle più alte cariche cittadine, della polizia, civili e militari, deporrà una corona sulla lapide dello sfotunato agente.
 

Torna su
PalermoToday è in caricamento