Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Ucciso mentre andava a prendere la nipotina a una recita: 36 anni senza Pippo Fava

Leoluca Orlando ricorda il giornalista e scrittore ammazzato il 5 gennaio del 1984: "Combatteva la mafia con le sue inchieste sul potere politico e affaristico criminale in un momento storico in cui in Sicilia certe verità scomode andavano taciute"

Pippo Fava

"Combatteva la mafia con le sue inchieste sul potere politico e affaristico criminale in un momento storico in cui in Sicilia certe verità scomode andavano taciute". Così il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ricorda il giornalista e scrittore Pippo Fava, nel giorno del trentaseiesimo anniversario della sua uccisione il 5 gennaio del 1984 davanti alla sede del Teatro Stabile di Catania, mentre stava andando a prendere la nipotina a una recita. "Di Pippo Fava e del suo 'concetto etico del giornalismo' rimane l'esempio forte e sempre attuale per i giovani e i professionisti dell'informazione, un esempio di indipendenza umana e professionale, di coraggio e lucidità. La sua eredità sono la libertà di espressione e la sua battaglia per la legalità per una società libera e democratica". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso mentre andava a prendere la nipotina a una recita: 36 anni senza Pippo Fava

PalermoToday è in caricamento