Cronaca

Annamaria Picozzi è il nuovo procuratore aggiunto di Palermo

Il palermitano Vittorio Teresi andrà invece a ricoprire la stessa carica a Trapani. Lo ha deciso il Plenum del Consiglio superiore della magistratura che ha votato a Palazzo dei Marescialli

Annamaria Picozzi

La pm della Dda di Palermo Annamaria Picozzi è il nuovo procuratore aggiunto di Palermo. Il palermitano Vittorio Teresi andrà invece a ricoprire la stessa carica a Trapani. Lo ha deciso il Plenum del Csm, che ieri pomeriggio, a Palazzo dei Marescialli, ha votato di seguito per i due incarichi semidirettivi, assegnandoli ai due attuali sostituti procuratori di Palermo.

Picozzi - che si è occupata di numerose inchieste sulla criminalità mafiosa - ha prevalso al ballottaggio sul collega Carlo Marzella, pm della Dda, dopo che in una precedente votazione i due avevano riportato più consensi dell'altro candidato proposto dalla commissione, Roberto Piscitello, attualmente direttore dell'ufficio detenuti del Dap. Annamaria Picozzi diventa così uno dei vice del procuratore Francesco Lo Voi.

Vittorio Teresi, che era stato procuratore aggiunto a Palermo, ha coordinato inchieste contro le cosche mafiose e ha sostenuto l'accusa nel processo sulla "trattativa Stato-mafia".

"Auguri di un proficuo lavoro nel nuovo importante incarico, con la certezza che proseguirà il suo impegno contro ogni forma di illegalità con la professionalità già mostrata presso la Dda" sono stati formulati dal sindaco Leoluca Orlando ad Annamaria Picozzi. Il sindaco ha rivolto il suo ringraziamento a Vittorio Teresi "parte importante di un gruppo di magistrati che ha lavorato con grande professionalità e dedizione, fra gli altri, al processo sulla trattativa fra Stato e mafia, contribuendo a restituire ai palermitani e a tutti gli italiani, un pezzo di verità giudiziaria e storica che troppo a lungo era stata colpevolmente negata".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Annamaria Picozzi è il nuovo procuratore aggiunto di Palermo

PalermoToday è in caricamento