Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Piazza Verdi

La denuncia di un'animalista: "Aggredita da uno gnuri perché volevo aiutare un cavallo sofferente"

È accaduto a piazza Verdi, davanti al teatro Massimo. Poco prima dell'intervento della polizia, il presunto aggressore sarebbe fuggito, ma gli agenti hanno segnalato altri due gnuri per essere intervenuti contro la donna quando ha provato a fare delle foto

Una volontaria animalista dell’Associazione italiana difesa animali e ambiente (Aidaa) sarebbe stata aggredita da uno “gnuri” davanti al Teatro Massimo per essersi soffermata troppo a lungo a guardare i cavalli, “visibilmente stanchi e sofferenti per le alte temperature”. Ne è scaturita una discussione dai toni altissimi che si è conclusa con la fuga del cocchiere e l’intervento di una volante della polizia che si trovava in zona. Ipotizzando i reati penali di aggressione verbale e violenza e maltrattamento di animali, il presidente dell’associazione Lorenzo Croce ha denunciato i fatti alla Procura.

Nella denuncia, la volontaria ricostruisce i fatti accaduti in piazza Verdi: “Mi sono soffermata a guardare i cavalli, quando mi sono sentita aggredire verbalmente da uno gnuri che con tono violento mi ha urlato in dialetto siciliano di non permettermi di guardare, ho risposto tranquillamente dicendo che ero libera di guardare e soffermarmi quanto volevo poiché mi trovavo in una strada pubblica e lui non contento mi si è avvicinato a 10 cm dalla mia faccia e mi ha minacciato, sempre urlando, di andarmene o finiva male”.

Da lì, il ricorso alla pattuglia di polizia presente sul posto: “Lui è sparito con il cavallo. Io ho riferito tutto alla polizia e altri due gnuri nel frattempo mi guardavano con aria minacciosa. Quando ho preso il telefono dalla borsa, hanno cominciato ad urlarmi contro e la polizia ha richiesto loro i documenti e hanno fatto una segnalazione contro questi due individui che mi hanno aggredita verbalmente”. Il giorno dopo, l'Aidaa ha sporto denuncia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La denuncia di un'animalista: "Aggredita da uno gnuri perché volevo aiutare un cavallo sofferente"

PalermoToday è in caricamento