Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Ventenne morto a Montelepre, assolti i titolari: "Non fu omicidio colposo"

Franca Biundo e Francesco Caruso erano imputati della morte di Angelo Maiorana, deceduto nel 2014 mentre lavorava alla ristrutturazione di una macelleria. Son stati invece condannati a 4 mesi (pena sospesa) per il mancato rispetto delle norme sulla sicurezza

Sono stati assolti per l'omicidio colposo, ma condannati a quattro mesi (pena sospesa) per il mancato rispetto delle norme sulla sicurezza Franca Biundo e Francesco Caruso, titolari della ditta che si è occupata della ristrutturazione di una macelleria a Montelepre. Erano imputati della morte di Angelo Maiorana, operaio di 20 anni deceduto nel 2014 mentre lavorava alla ristrutturazione.

Maiorana quella mattina si accasciò al suolo improvvisamente, mentre stava eseguendo come operaio dei lavori di ristrutturazione. Nonostante la sua giovanissima età, si certificò inizialmente che a ucciderlo sarebbe stato un infarto fulminante. La salma del ragazzo venne riesumata su richiesta della famiglia per verificare la possibilità che fosse morto folgorato. Anche perché, nell’attività commerciale dove lavorava venne scoperto un allaccio abusivo alla rete elettrica (ma il titolare del locale non è mai stato indagato per l’omicidio colposo di Maiorana).

Dall’autopsia sarebbero emersi alcuni segni strani a un polpastrello e al malleolo della vittima, ma senza la certezza assoluta che la morte possa essere stata provocata da una folgorazione. Un dato ritenuto invece inconfutabile per il consulente di parte della famiglia di Maiorana, parte civile nel procedimento.

Per i titolari della ditta che faceva i lavori per i quali il pm aveva chiesto 2 anni e 8 mesi di carcere. Il gup Marco Gaeta, dopo aver risentito il medico legale per approfondimenti, ha deciso per l'assoluzione non essendo certa la causa del decesso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ventenne morto a Montelepre, assolti i titolari: "Non fu omicidio colposo"

PalermoToday è in caricamento