Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Pride, Figuccia scrive a Napolitano: “No a Sodoma e Gomorra”

Il consigliere comunale dell'Mpa scrive al capo dello stato chiedendo un "intervento deciso per porre fine a queste iniziative carnevalesche che nascondono seri pericoli per la morale collettiva"

“Chiedo al Presidente Napolitano, in qualità di garante della Costituzione un intervento deciso per porre fine a queste iniziative carnevalesche che nascondono seri pericoli per la morale collettiva. Sodoma e Gomorra, distrutte per opera divina, siano per noi un monito”. Si conclude con queste parole l'appello lanciato al capo dello Stato dal consigliere comunale Angelo Figuccia, del Partito dei Siciliani Mpa, contro lo svolgimento del Gay Pride a Palermo.

Per motivare la sua contrarietà alla manifestazione Figuccia fa riferimento ad alcune citazioni tratte da una pagina Facebook in cui si parla di “due giorni di contaminazioni tra corpi, desideri, sovversione di genere...”. “Il Presidente della Camera ed il Ministro delle Pari Opportunità - si chiede l'esponente del Mpa - sono a conoscenza di tutte queste iniziative? Conoscono il percorso che conduce all’organizzazione dell’evento? Aldilà del mio personale punto di vista sulla questione, ritengo necessario fare una distinzione fra 'diritti civili' di cui ho sentito tanto parlare in questi giorni, e depravazione allo stato puro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pride, Figuccia scrive a Napolitano: “No a Sodoma e Gomorra”

PalermoToday è in caricamento