menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anello, riparte il cantiere di via Sicilia: il Comune tende la mano ai commercianti

Il presidente della commissione consiliare Attività produttive sollecita l'amministrazione "ad intervenire con Ferrovia per il risarcimento dei danni subiti dalle imprese della zona". Dopo il fallimento della Tecnis, la ripresa dei lavori. Orlando: "Basta interruzioni"

Ripartono i lavori per la realizzazione della fermata "Libertà" all'altezza di via Sicilia, che fa parte del progetto di chiusura dell'Anello ferroviario. Il cantiere si era fermato in seguito al fallimento della Tecnis, impresa esecutrice dell'appalto gestito dalle Ferrovie.

La ripresa dei lavori è avvenuta con il subentro della nuova ditta, la D'Agostino Costruzione. A constatarlo sono stati i componenti della Commissione consiliare per le attività produttive, interessati a seguire l'evoluzione della vicenda dai commercianti della zona. "Abbiamo riscontrato la piena ripresa dei lavori, che rappresenta un fatto importante sia per il completamento dell'opera sia per restituire una piena agibilità agli operatori commerciali della zona, fortemente danneggiati dalla presenza di un cantiere particolarmente ingombrante".

A parlare è il presidente Ottavio Zacco, che tende una mano agli esercenti: "Ho ricordato loro la possibilità di accedere ad alcune agevolazioni fiscali votate dal Consiglio comunale già da anni. Allo tempo intendo sensibilizzare l'amministrazione perché si faccia promotrice, anche presso le ferrovie di interventi risarcitori dei danni subiti dalle imprese della zona".

Il sindaco Leoluca Orlando ha manifestato il proprio apprezzamento per la ripresa dei lavori "la cui evoluzione sarà seguita attentamente dall'amministrazione comunale che, anche se non responsabile del cantiere e dell'intera opera, può svolgere un'azione di pungolo nei confronti della nuova impresa perché nessun cantiere, in via Sicilia come al porto e al Politeama, venga più interrotto o proceda a rilento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento