Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Anello ferroviario, Orlando scuote la Regione: "Attivare controlli e spiegare ritardi ed errori"

Il sindaco ha inviato a Musumeci e all’assessore regionale alle Infrastrutture una nota con cui chiede l’avvio dei controlli sulla spesa comunitaria per l’appalto relativo all'anello a cura di Rfi: "Siamo di fronte a gravi criticità"

Il sindaco Leoluca Orlando ha inviato al presidente della Regione e all’assessore regionale alle infrastrutture una nota con cui chiede l’attivazione dei controlli sulla spesa comunitaria per l’appalto relativo al prolungamento del cosiddetto anello ferroviario di Palermo a cura di Rfi. "E’ infatti la Regione l’ente che nell’ambito del POR 2014/2020 eroga le principali risorse con le quali si sta realizzando l’opera", spiegano dal Comune.

Per Orlando “questi controlli, già necessari alla luce delle risultanze dell’ispezione operata dall’Anac nel 2015, sono oggi ancor più necessari per il mancato riscontro dato da Rfi a ben quattro richieste di rescissione in danno del contratto d’appalto, come il Comune chiede ormai da anni di fronte alle gravi criticità da tutti conosciute".

Orlando chiede che Rfi “giustifichi in modo chiaro e puntuale sia i gravi errori progettuali segnalati dall’Anac, nonché i ritardi inaccettabili nel porvi rimedio e nell’esecuzione complessiva dei lavori". "Non dobbiamo ricordare a nessuno – conclude Orlando – che nel 2012 ci siamo ritrovati di fronte ad un contratto, approvato dall’Amministrazione Cammarata, che di fatto tagliava fuori il Comune da qualsiasi possibilità di intervento e controllo e che oggi continua ad arrecare danni e disagi gravissimi a tutta la città: dal continuo rinvio della riattivazione del collegamento con l’aeroporto, alla soluzione dell’errore progettuale di vicolo Bernava, alla lentezza con cui i cantieri proseguono lavori particolarmente invasivi in punti chiave della vivibilità e viabilità cittadina".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anello ferroviario, Orlando scuote la Regione: "Attivare controlli e spiegare ritardi ed errori"

PalermoToday è in caricamento