Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Libertà / Viale Lazio

Anello, viale Lazio vede la luce: strada asfaltata, due mesi per l'apertura

Terminati i lavori in superficie in corrispondenza della futura fermata di via Sicilia. L'accelerazione arriva dopo numerosi "stop and go": il cantiere doveva essere consegnato entro luglio dello scorso anno. Adesso occhi puntati su piazza Castelnuovo

L'area del cantiere di viale Lazio

Dopo tre anni di lavori, una parte del cantiere dell'anello ferroviario di viale Lazio è pronto alla consegna: per il ritorno alla viabilità ordinaria ci vorranno però ancora un paio di mesi. La Tecnis ha già riasfaltato un tratto di strada di viale Lazio e via Sicilia in corrispondenza della futura fermata sotterranea della metro denominata "Libertà. Adesso i lavori proseguiranno con la realizzazione della fermata vera e propria, che sarà accessibile da via Sicilia. Strada quest'ultima che dovrebbe essere aperta al traffico nell'estate del 2019.

L'accelerazione nei lavori all'anello ferroviario arriva dopo numerosi "stop and go". Com'è noto, infatti, le grane giudiziarie che hanno investito la Tecnis hanno prolungato i lavori oltre la tabella di marcia inizialmente prefissata. L'ordinanza del Comune fissava la fine dei lavori entro il 16 luglio 2017. Il cantiere ha "imbavagliato" un intero quartiere, con ripercussioni sia sul traffico sia di tipo economico. In tre anni, quasi tutte le attività commerciali di via Sicilia - ridotta a un "ghetto" - sono state costrette ad abbassare saracinesca. Un calvario anche per gli automobilisti, che per bypassare il cantiere di viale Lazio hanno appesantito il traffico nelle vie limitrofe. Per recarsi da via Libertà in viale Regione Siciliana dovranno attendere ancora un paio di mesi. 

Frattanto, anche un breve tratto di strada di circa 30 metri in via Emerico Amari (la cosiddetta "area 4" dell'anello ferroviario) è stato riasfaltato. Una piccola boccata d'ossigeno per i commercianti della zona, che però attendono ancora gli sgravi fiscali promessi dal Comune. Per i prossimi 11 mesi, l'attenzione sarà tutta concentrata su piazza Castelnuovo: la scorsa settimana gli operai della Tecnis hanno cominciato a piazzare le transenne per inibire l'accesso alle auto da piazzetta Bagnasco fino al Politeama.

Con la chiudura dell'anello ferroviario, Palermo potrà contare su una metro che da piazza Giachery prolungherà il percorso con altre tre fermate: "Libertà", ad angolo con via Sicilia; "Porto", in prossimità dell'ingresso al molo Santa Lucia; "Politeama", al centro di piazza Castelnuovo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anello, viale Lazio vede la luce: strada asfaltata, due mesi per l'apertura

PalermoToday è in caricamento