Anello, i commercianti al Comune: "Cantiere in via Ruggero Settimo non prima del 13 luglio"

Confcommercio, Confartigianato e Confesercenti dicono sì all'amministrazione, ma avanzano delle richieste a tutela di commercianti ed artigiani: "Nei primi due weekend di luglio si facciano i saldi senza disagi". La risposta della Giunta: "No a scadenze senza dati tecnici"

C'è l'ok delle associazioni di categoria di commercianti e artigiani alla chiusura di via Ruggero Settimo per consentire l'avanzamento dei lavori dell'Anello ferroviario. Ad una condizione però: lo slittamento dell’avvio del cantiere dall’1 al 13 luglio. E' quanto chiedono Confcommercio, Confartigianato e Confesercenti che - "con l’ennesimo atto di buona volontà condiviso con i propri associati", si legge in una nota - hanno aderito alle precise richieste espresse nei giorni scorsi dall’amministrazione comunale di Palermo sulla rimodulazione del cronoprogramma dei lavori. Al tempo stesso ritengono necessario, soprattutto in piena emergenza economica come quella attuale, “assicurare ai commercianti e agli artigiani che gli impegni assunti circa la data di consegna dei lavori vengano rispettati”. 

Le associazioni di categoria, per non danneggiare ulteriormente i tanti negozi della zona, chiedono "si facciano i saldi senza disagi nelle prime due settimane di luglio". L'auspicio è che i lavori partendo il 13 luglio "possano terminare anche prima del 20 novembre", come scrivono i presidenti delle tre associazioni, Patrizia Di Dio (Confcommercio), Giuseppe Pezzati (Confartigianato) e Francesca Costa (Confesercenti).

La rapida e puntuale conclusione dei lavori è condizione irrinunciabile per “consentire alle imprese di pianificare le attività di vendita in prossimità del periodo natalizio, oggi ancora più importante ed atteso per la ripresa dell’economia territoriale ed in particolar modo per l’area coinvolta dai lavori”. Tra le altre richieste, anche una comunicazione efficace e puntuale nei confronti di commercianti ed artigiani sulla progressione dei lavori, per consentire a quest’ultimi, di poter pianificare ed eventualmente riorganizzare la propria attività in funzione dell’impatto e della durata dei lavori.  

Le tre organizzazioni sottolineano anche l’esigenza di una celere conclusione dei lavori del collettore fognario e del cantiere “Cala” che in qualche modo sono connessi al nuovo cantiere di via Ruggero Settimo. Necessario infine “avere precisa contezza, anche con auspicabile indicazione dei numeri civici interessati, di quanto l’area si estenda, sia su piazza Castelnuovo che su piazza Ruggiero Settimo”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per la Giunta comunale però "non si possono chiedere scadenze non supportate da dati tecnici". E spiega: "Se, come immaginiamo, tutti hanno a cuore la regolarità, la completezza e la sicurezza nello svolgimento dei lavori dell'anello ferroviario, i tempi di materiale esecuzione delle opere non possono essere oggetto di contrattazione, a meno che non si individuino forme compensative e responsabilità per eventuali soste dei lavori, di cui certamente la città non ha bisogno. Rfi, il Comune e l'impresa D'Agostino hanno mostrato la massima disponibilità, che non può essere scambiata però come abdicazione alle basilari norme di responsabilità amministrativa in materia di lavori pubblici. Comprendiamo bene il desiderio dei commercianti di poter lavorare  in tranquillità già dalla prima settimana di dicembre. In questo caso, l'unica soluzione è che i lavori comincino entro la prima settimana di luglio. Ovviamente - conclude la Giunta - tutti abbiamo interesse ed auspichiamo, a partire dal Comune, che i lavori siano quanto più celeri possibile. Se in corso d'opera si potrà ridurre il tempo dei lavori, non potremo che essere contenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento