Ancora senza stipendio da luglio i lavoratori di Nuova cucina siciliana

Il sindacato Flaica Cub ha indetto un sit in davanti alla Prefettura

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Continua a farsi sempre più drammatica la situazione dei lavoratori della Nuova Cucina Siciliana, società che gestisce insieme alla Cascina Global Service il servizio di ristorazione degenti presidi ospedalieri ASP 6 di Palermo. I lavoratori non percepiscono lo stipendio ormai da luglio 2020 non ostante i ripetuti solleciti fatti dalla Flaica Cub  di Palermo, i vari sit-in ed incontri intercorsi tra la suddetta O. S e i responsabili dell'ASP 6 Palermo. Già in data 30/09/2020 la Flaica Cub , a seguito di mancate retribuzioni rallora elative ai mesi di LUGLIO e AGOSTO 2020 aveva chiesto l’avvio delle procedure di intervento sostitutivo della stazione appaltante per il pagamento in corso d'opera direttamente ai lavoratori delle retribuzioni arretrate de traendo il relativo importo dalle somme dovute all'esecutore del contratto, affinché ai lavoratori della Nuova Cucina Siciliana Soc. Coop. a r.l. fossero corrisposte le somma dovute, per retribuzione o indennità sostitutive, non rese possibili a causa di divergenze tra la stessa e l’Azienda Mandataria La Cascina Global service In particolare la Nuova Cucina Siciliana afferma con nota inviata all'ASP6 di Palermo n. 49 del 10/09/2020 “….a seguito di gravi e ripetute omissioni attribuibili alla Mandataria nella liquidazioni di somme spettanti alla Mandante per la parte del Servizio relativa alle prestazioni di propria competenza, registratesi successivamente alla revoca delle modalità di pagamento e della fattura disgiunta operata da codesta A.S.P. con Determinazione Direttoriale n. 47916 del 25/10/2018….”.

La stazione appaltante ha più volte fatto intendere di attivare le procedure di intervento sostitutivo richiesto, ma per ogni passo in avanti ne fa due indietro, scaricando a vicenda le responsabilità tra ufficio risorse economiche ed ufficio legale dell’ASP 6 d Palermo. La Flaica Cub  di Palermo ha più volte sollecitato il pagamento delle suddette retribuzioni, anche attraverso segnalazioni agli organi competenti, alla stazione appaltante con sit in ed incontri vari con il Dottor P. M. Caltagirone responsabile delle risorse economiche ASP 6 , Dottoressa Virga della direzione Sanitaria, ed il il responsabile dell'ufficio legale, Avv. Li Vigni ma i tentativi di mediazione sono risultati pressoché nulli ed in tutto questo il direttore Generale dell’ASP 6 si è trincerato in un assordante Silenzio mentre le mancate retribuzioni di ben 5 mesi hanno creato e creano gravissimo pregiudizio economico al personale di Nuova Cucina Siciliana impiegato nella esecuzione del contratto, ormai esausti. In ultimo si aggiunge che con nota 72 del 27/11/2020 la Nuova Cucina Siciliana comunica alla direzione generale dell'ASP di Palermo che come da atto stragiudiziario di avviso notificato il 24.10.c.a., provvederà a sospendere la fornitura dal proprio centro di produzione pasti a partire dal primo dicembre 2020 aggiungendo altre tensioni e preoccupazioni per la tenuta dei già precari livelli occupazionali.

L'Organizzazione Sindacale Flaica Cub di Palermo ha organizzato un Sit in per il giorno 01/12/2020 in via Cavour presso la sede del Prefetto affinché l’illustrissimo Prefetto riceva una delegazione dei lavoratori al fine di risolvere urgentemente la grave situazione.

Antonio Della Pietra

Torna su
PalermoToday è in caricamento