Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Amg Energia, Ugl: "La protesta continua"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

In data 2 ottobre si è svolta l’assemblea dei lavoratori Amg Energia spa presso la sede del socio unico Comune di Palermo. Dopo un continuo rinvio a un incontro istituzionale tra il vice sindaco e il Sindaco che non si è svolto, l’assemblea dei lavoratori ha deciso di avviare una forte azione di protesta con la proclamazione di sciopero per sostenere il rilancio della Società a partire dalle necessarie e non più rinviabili assunzioni, dalla modifica della direttiva Varchi che di fatto ha bloccato la Società alle modifiche del piano industriale che è identico a quello precedente al rilancio degli investimenti e un Contratto di Servizio che abbia un orizzonte temporale decennale per il miglioramento dei servizi resi alla Città”. Lo rende noto Raffaele Loddo, nella qualità di Segretario Provinciale dell’Ugl Chimici di Palermo.

“Chiediamo da oltre un anno - spiega Loddo – di avviare un proficuo tavolo per individuare le migliori scelte per la Città senza preclusioni alcuna, ma tutto tace. Da giorno 16 ottobre sono proclamate 20 ore di sciopero dei dipendenti e proseguirà finché le richieste avanzate dal sindacato non saranno affrontate e risolute dopo oltre un Anno di continui rinvii che non fanno bene alla Città”.

“Le eventuali ricadute negative sui servizi resi – conclude Loddo – dalla gestione della Pubblica Illuminazione alle manutenzioni dei servizi ambientali degli edifici pubblici, dalle scuole ai Servizi semaforici gli eventuali disservizi saranno da imputare all’Amministrazione comunale e agli organi Consiliari deputati affinché si realizzi il rilancio societario".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amg Energia, Ugl: "La protesta continua"
PalermoToday è in caricamento