Cefalù, attivato al Giglio un ambulatorio di terapia del dolore 

Il servizio è curato dal medico anestesista, con un'esperienza internazionale, Giuliano Lo Bianco: "L’obiettivo è ridurre le condizioni di disabilità del paziente affetto da dolore cronico e migliorarne la qualità della vita"

L'anestesista Giuliano Lo Bianco

Da oggi la Fondazione Giglio di Cefalù ha il suo ambulatorio dedicato alla terapia del dolore. “Aggiungiamo – ha commentato il presidente del Giglio Giovanni Albano – un altro tassello all’offerta sanitaria dell’istituto rispondendo alle richieste dei nostri pazienti”.

Le principali patologie trattate sono l’ernia del disco (lombosciatalgia e cervicobratealgia), sacroileite, stenosi del canale lombare, cefalee, sindromi dolorose articolari, fibromialgia e nevralgia post herpetica. Le attività in dettaglio sono pubblicate sul sito. Il servizio è curato dal medico anestesista, specializzato in terapia del dolore e con un'esperienza internazionale, Giuliano Lo Bianco. 

“L’obiettivo di questo ambulatorio – ha detto Lo Bianco – è ridurre le condizioni di disabilità del paziente affetto da dolore cronico e migliorarne la qualità della vita con reinserimento nella vita sociale, familiare e lavorativa”.

Il calendario dell’ambulatorio è organizzato con le visite il lunedì, mercoledì per le infiltrazioni propedeutiche alle procedure interventistiche. Giovedì gli interventi e venerdì i controlli. La Fondazione Giglio ha, inoltre, reso noto la programmazione delle prossime sedute della CardioTC, l’esame che consente lo studio delle coronarie del tempo di un battito cardiaco per il prossimo 23 e 24 gennaio (prenotazioni solo cardioTC tel. 0921.920658).


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Grida "mamma" e si accascia in cucina, morta bimba di 9 anni ad Acqua dei Corsari

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento