Amato, Pocorobba e Cascio: "No a critiche sterili al personale sanitario"

Il momento storico che stiamo vivendo impone delle scelte, ai più magari impopolari, ma che spiegano l'indirizzo che ciascuna realtà del territorio ha deciso di darsi. Il rischio legato al contagio epidemiologico da CoVid-19 ha, infatti, talmente inciso sulle nostre abitudini quotidiane che non troviamo giusto, vista la difficoltà del momento, criticare - magari per partito preso - la condotta di quanti, amministratori, forze dell'ordine, sanitari e operatori in genere, sono chiamati in questo momento a delle scelte. In simile scenario, abbiamo appreso della forte presa di posizione dell'ordine dei medici di Palermo che, censurando la condotta di alcuni studi legali, biasimano il loro tentativo di incentivare denunce su presunti casi di malasanità. Ne condividiamo lo sfogo, in quanto la drammaticità del momento richiede, a nostro avviso, una lucidità di pensiero e di comportamenti responsabili, fermo restando il fatto che, a criticità ultimata, eventuali profili di responsabilità potranno essere rivendicati nelle sedi competenti.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il momento storico che stiamo vivendo impone delle scelte, ai più magari impopolari, ma che spiegano l'indirizzo che ciascuna realtà del territorio ha deciso di darsi. Il rischio legato al contagio epidemiologico da CoVid-19 ha, infatti, talmente inciso sulle nostre abitudini quotidiane che non troviamo giusto, vista la difficoltà del momento, criticare - magari per partito preso - la condotta di quanti, amministratori, forze dell'ordine, sanitari e operatori in genere, sono chiamati in questo momento a delle scelte. In simile scenario, abbiamo appreso della forte presa di posizione dell'ordine dei medici di Palermo che, censurando la condotta di alcuni studi legali, biasimano il loro tentativo di incentivare denunce su presunti casi di malasanità. Ne condividiamo lo sfogo, in quanto la drammaticità del momento richiede, a nostro avviso, una lucidità di pensiero e di comportamenti responsabili, fermo restando il fatto che, a criticità ultimata, eventuali profili di responsabilità potranno essere rivendicati nelle sedi competenti.

“Non possiamo e non vogliamo fare di tutta un'erba un fascio, ma con la presente invitiamo tutti ad un maggiore senso di responsabilità, condannando comportamenti che di semplice riflesso possono finire per condizionare l'agire di quanti, soprattutto in questo momento, rappresentano la nostra vera e propria trincea, assolutamente da preservare. Rinnoviamo, pertanto, i nostri più sentiti ringraziamenti in favore dei medici e dei sanitari tutti che, a rischio della propria salute, continuano a spendersi senza indugio, per sconfiggere gli effetti di questo pericoloso "male oscuro". Non può disconoscersi, infatti, che dietro ogni camice c'è una persona come noi, con famiglie come le nostre, con tutte le conseguenze del caso”, così dichiarano l’Avv. Giancarlo Pocorobba Presidente di Konsumer Sicilia, il Dr. Domenico Amato Segretario Confintesa Sanità Sicilia e il Dott. Giovanni Cascio Ingurgio, Presidente Associazione A tutela del Medico.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento