Cronaca Politeama

Amato (Confintesa Sanità Sicilia): "Lavoratori Ismett, Giglio e Buccheri La Ferla costretti alla protesta"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il nove giugno del 2021 Confintesa Sanità Sicilia, aveva scritto una delle tante note all’Assessorato della Salute della Regione Sicilia, ove venivano chieste delucidazioni circa il mancato inserimento dell’ISMETT, dell’Ospedale Giglio di Cefalù e del Buccheri La Ferla tra le strutture aventi diritto al tanto declamato e atteso Bonus Covid. Ebbene siamo giunti al 17/06/2021e nessuna risposta è giunta dall’assessorato, neanche una risposta di circostanza, una di quelle che si danno per prendere tempo…nulla il vuoto più totale.

“Non ci resta che prendere atto dello stato di handicap dell’Assessorato alla Salute, in quanto parrebbe cieco e sordo alle nostre richieste e privo di quella cortesia istituzionale che imporrebbe una risposta ad una domanda ben più che logica e sensata, perché i lavoratori delle strutture d’eccellenza sopracitate siano stati esclusi da una premialità che se non più degli altri, almeno quanto gli altri avrebbero meritato; siamo quindi costretti a manifestare a Palermo, a Piazza Ottavio Ziino, venerdì 25 giugno, nella speranza di ricevere questa volta una risposta esaustiva ai nostri quesiti”, così dichiara Domenico Amato, Segretario Regionale Confintesa Sanità Sicilia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amato (Confintesa Sanità Sicilia): "Lavoratori Ismett, Giglio e Buccheri La Ferla costretti alla protesta"

PalermoToday è in caricamento