rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Politeama

Amato (Confintesa sanità sicilia): "Anche nelle eccellenze sanitarie fuga di personale"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Un profondo disagio e malcontento si manifesta tra il personale sanitario dell’Ismett, che da ben 18 mesi, in tempi pandemici, lavora senza sosta per garantire assistenza di alta qualità a pazienti covid in ecmo ed a pazienti non covid. Una organizzazione contraddistinta da turni massacranti e da un tipo di contratto scaturito dalla partnership pubblico/privato che non gratifica il personale, una politica sanitaria regionale ottusa e miope che non permette, pur essendo un Ircss, di partecipare alle opportunità che la sanità regionale offre, escludendola anche dal bonus covid elargito alle altre strutture ospedaliere, unite a strategie aziendali discutibili, stanno spingendo in particolare il personale infermieristico ad una fuga verso altre strutture pubbliche anche con contratti a tempo determinato. “Occorre che la Politica regionale e Aziendale si attivino a riformare un sistema non più adeguato alla realtà lavorativa” spiega Confintesa Sanità tramite il suo Segretario Generale Domenico Amato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amato (Confintesa sanità sicilia): "Anche nelle eccellenze sanitarie fuga di personale"

PalermoToday è in caricamento