rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

C'è l'accordo tra Amat e Comune, congelato lo sciopero: decisiva la mediazione del prefetto

Rientra, almeno per il momento, la protesta di Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Ugl, Faisa Cisal, Cobas e Orsa. Palazzo delle Aquile verserà nella casse dell'azienda 2,9 milioni per il servizio di segnaletica stradale e altri 4,1 milioni per quello di trasporto. "Ora un piano di risanamento per arrivare entro fine anno al nuovo contratto"

“Con la mediazione del prefetto, abbiamo deciso, con molte perplessità, ma con spirito costruttivo e responsabile, di sospendere e quindi congelare ogni decisione su una eventuale azione di sciopero, proseguendo, partecipando e vigilando sul confronto fra Amat e amministrazione comunale". Ad affermarlo sono Gaetano Bonavia (Filt Cgil), Salvatore Girgenti (Fit Cisl), Franco Trupia (Uil Trasporti), Corrado Di Maria (Ugl Trasporti), Fabio Danesvalle (Faisa Cisal), Carlo Cataldi (Cobas Trasporti) e Giuseppe Taormina (Orsa Trasporti) dopo il vertice di ieri sera in prefettura sulla vertenza Amat.

“Abbiamo avuto modo di riscontrare un avvicinamento tra Comune e azienda - proseguono i sindacati - che deve tuttavia necessariamente passare per un nuovo piano tecnico-economico o piano di risanamento che Amat presenterà in breve tempo al Comune". I sindacati parteciperanno attivamente alla stesura di questo piano che dovrà portare entro fine anno ad un nuovo contratto di servizio. Restano però varie preoccupazioni: la scadenza dei contratti ai lavoratori in somministrazione e il concorso per il reclutamento degli autisti che procede a passo di lumaca. Tanto che le sigle sindacali hanno avanzato all'azienda la richiesta di "mettere in atto ogni necessario strumento per non lasciare improvvisi vuoti di organici nel personale di guida".

Intanto, il Comune verserà all’Amat 2,9 milioni di euro per il servizio di segnaletica stradale e altri 4 milioni e 100mila euro per quello di trasporto. Cifre contenute in un verbale sosttoscritto da azienda e amministrazione comunale per liberare le somme. "Solo dopo attente valutazioni sugli impegni assunti in sede prefettizia - concludono Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Ugl, Faisa Cisal, Cobas e Orsa - valuteremo se e come sciogliere la riserva sulla vertenza in atto".

Una plauso al prefetto Giuseppe Forlani è arrivato da Sabrina Figuccia, consigliere comunale della Lega. che afferma: "L'Amat non sprechi questi fondi con prebende o favoritismi interni. Dopo mesi di scontro tra il presidente dell’Amat Michele Cimino e l’amministrazione Orlando, lo sblocco delle somme consentirà ai lavoratori di avere stipendi e tredicesime pagati. Ma, nonostante questo passo avanti, non va dimenticato che restano ancora parecchi nodi irrisolti, a cominciare dal contratto di servizio, che sicuramente deve essere rivisto e corretto, per continuare con l’ormai annoso contenzioso di oltre 100 milioni di euro di crediti vantati dall’Amat. In attesa che anche questi problemi vengano risolti lancio un appello al prefetto Forlani affinché continui la sua preziosa opera di mediazione e al presidente Cimino di non disperdere le risorse appena ricevute usandole, ad esempio, per mantenere gli ex autisti diventati, dalla sera alla mattina, ispettori aziendali senza farli passare da nessun tipo di concorso o selezione, così come prevedono le norme vigenti".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C'è l'accordo tra Amat e Comune, congelato lo sciopero: decisiva la mediazione del prefetto

PalermoToday è in caricamento