rotate-mobile
Cronaca

Amat, tornano le guardie giurate su bus e tram: "Così garantiremo più sicurezza a passeggeri e autisti"

Sono 30 i vigilantes della Sicurtransport che da lunedì affiancheranno i 35 verificatori dell'azienda di trasporto pubblico. Oltre a controllare biglietti e abbonamenti, potranno staccare a bordo anche ticket con una maggiorazione di 40 centesimi. Cimino e Caminiti: "A Natale previsto un incremento di presenze"

Da lunedì su autobus e tram tornano le guardie giurate. Lo ha annunciato l'Amat, che ha affidato il servizio per 4 mesi (fino al 30 aprile) alla società Sicurtransport.

I 30 vigilantes messi a disposizione dalla ditta privata, oltre a controllare il possesso di regolare titolo di viaggio (biglietto o abbonamento) da parte dei passeggeri, potranno staccare a bordo anche ticket con una maggiorazione di 40 centesimi. Inoltre, in qualità di pubblici ufficiali, avranno il compito di vigilare su atti vandalici e prevenire eventuali episodi di violenza ai danni degli operatori del servizio. Le 30 guardie giurate della Sicurtransport affiancheranno i 35 dipendenti dell’Amat impegnati nei controlli. 

"Dopo il positivo esperimento effettuato nel corso del 2021, che ha determinato un significativo risultato di oltre il 30% dei biglietti venduti sulle tratte più frequentate - dice il direttore generale dell'Amat,  Domenico Caminiti - già dal periodo natalizio, nel quale è previsto un forte incremento di presenze a bordo dei nostri mezzi, potremo garantire maggiore sicurezza ai passeggeri ed al personale di guida".

I controllori della Sicurtransport saranno impiegati nelle tratte dove si registra la maggior parte del traffico passeggeri e nelle fasce orarie diurne. "Il servizio di vigilanza ed emissione di biglietti a bordo - afferma Michele Cimino, presidente Amat - complementare alle attività dei dipendenti, è stato inserito fra le attività del piano di risanamento aziendale, recentemente apprezzato dall’amministrazione comunale. L’intento del Cda è quello di contribuire alla sostenibilità finanziaria del servizio di trasporto pubblico locale ed assicurare, attraverso gli addetti, un processo educativo per il corretto utilizzo del trasporto pubblico".

Per l'assessore comunale alla Mobilità sostenibile, Maurizio Carta, "prosegue seguendo il cronoprogramma delle azioni concrete il risanamento dell’Amat che consentirà all’azienda un miglioramento dei conti da mettere a base del nuovo piano industriale che il tavolo tecnico congiunto con il Comune sta predisponendo. L'Amat tornerà a garantire servizi efficienti di trasporto pubblico locale grazie a un nuovo modello aziendale più sostenibile e focalizzato sul trasporto riducendo le perdite. L'Amat torna patrimonio identitario di Palermo, primo biglietto da visita della rinascita della città".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amat, tornano le guardie giurate su bus e tram: "Così garantiremo più sicurezza a passeggeri e autisti"

PalermoToday è in caricamento