rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Trasporto pubblico

Amat, assunzione vicina per i 100 autisti idonei: in servizio entro metà dicembre

Una delibera della Giunta consentirà al Cda dell'azienda di procedere allo scorrimento della graduatoria. E per il triennio 2022-2024 resterebbero altre 95 figure da reclutare con nuovi concorsi

Con la presa d’atto da parte della Giunta del piano del fabbisogno di Amat, si avvicina l’assunzione per i circa 100 idonei al concorso per autisti.

La delibera proposta dall’assessore con delega al bilancio e alle partecipate, Carolina Varchi, dà attuazione al piano di risanamento aziendale e alla nota dell’assessore Carta, con la quale Amat è stata sollecitata "all’efficientamento dell’organizzazione aziendale per migliorare le performance chilometriche". La presa d’atto consentirà al Cda dell’Amat di procedere lunedì allo scorrimento della graduatoria del concorso.

Nel triennio 2022-2024 il fabbisogno totale del personale previsto dalla società che si occupa del trasporto pubblico urbano è di 295 unità. Considerando i 100 vincitori del concorso e gli altri 100 autisti idonei che a breve saranno assunti, resterebbero circa 95 tra meccanici, tecnici e amministrativi da reclutare con nuovi concorsi. "I pensionamenti di dipendenti finora non rimpiazzati - spiega Varchi - hanno prodotto un deficit nei servizi che l’Amat eroga alla cittadinanza. L’intendimento di questa amministrazione è pianificare nuovi obbiettivi strategici per mettere nelle condizioni le società partecipate di operare al meglio e rilanciare i servizi".

L’immissione in servizio dei nuovi autisti, dovrebbe avvenire al massimo entro metà dicembre, giusto il tempo di presentare i documenti, una volta ricevuta la chiamata dell’azienda, sottoporsi a visita medica e a frequentare corsi di formazione. Domani alle 15 a Palazzo della Aquile, l’amministrazione comunale incontrerà l’Amat e i sindacati per illustrare gli atti approvati in Giunta. Tra gli altri, oltre all’assessore Varchi, saranno presenti il sindaco Roberto Lagalla e l’assessore alla Mobilità, Maurizio Carta. Dice quest’ultimo: "Oggi abbiamo compiuto un atto importante che riconosce Amat come un’azienda che, mentre risana i suoi conti, sviluppa il servizio e lo rende più efficiente. Rimettiamo così, al centro dell’azione di governo, la qualità del trasporto pubblico, investendo progressivamente sui mezzi e su personale".

Il sindaco Lagalla si dichiara "molto soddisfatto di questa delibera che innova profondamente il modello gestionale del rapporto con le partecipate. L’Amat - conclude Lagalla - riuscirà a migliorare l’efficienza, la sicurezza e la capillarità del servizio".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amat, assunzione vicina per i 100 autisti idonei: in servizio entro metà dicembre

PalermoToday è in caricamento