Lo schianto ad Altofonte, in centinaia per i funerali di Marco La Barbera: "Ciao campione"

Nella chiesa madre l'addio al 31enne morto per le ferite riportate nell'incidente avvenuto sulla strada provinciale, in contrada Rebuttone. La Barbera era un calciatore dell'asd San Giorgio Piana e la sua immagine durante una partita campeggiava in un cartellone retto da un amico

Due paesi, Altofonte e Piana degli albanesi, uniti dal dolore per una vita spezzata troppo presto. Centinaia di persone oggi pomeriggio hanno preso parte ai funerali di Marco La Barbera, il 31enne morto ieri dopo essere rimasto coinvolto in un incidente sulla provinciale 5. L'addio nella chiesa madre di Altofonte. La Barbera giocava a calcio nell'asd San Giorgio Piana e oggi uno degli amici reggeva un cartellone con la sua immagine durante una partita e la scritta "Ciao campione".  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altofonte, scontro frontale tra auto: morto 31enne

Il 31enne, nella notte tra lunedi e mertedì, stava percorrendo con la sua Fiat 600 la strada che collega Altofonte e Piana quando, giunto in contrada Rebuttone, la vettura si è schiantata frontalmente con un’altra Fiat 600, a bordo della quale c’erano due donne di 28 e 52 anni. Dopo il violento scontro sono intervenute le ambulanze del 118 che hanno portato i tre feriti a Palermo. Nonostante i tentativi dei medici del Civico di strapparlo alla morte, La Barbera si è spento poco dopo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento