rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Vittorio Emanuele III, alternanza scuola-lavoro: 20 studenti assunti in Enel

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

L’Enel assume venti giovani studenti del Vittorio Emanuele III. Alla presenza dell’ingengnere Roberto Ruggiano, responsabile regionale di e-distribuzione, la società del gruppo Enel che gestisce in Italia la rete di distribuzione dell’energia elettrica, e del professore Giovanni Marchese, dirigente scolastico dell’Istituto tecnico industriale statale, è partito oggi in Sicilia il nuovo programma di formazione in apprendistato scuola-lavoro, nato dalla collaborazione tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ed Enel.

Per sottolineare l’attenzione dell’azienda agli aspetti legati alla sicurezza di quanti operano sui propri impianti, dopo l’accoglienza e la sottoscrizione del loro primo contratto lavorativo, ai venti ragazzi siciliani selezionati è stata subito consegnata la dotazione personale dei Dispositivi di protezione individuale. Compresi i venti in Sicilia, in Italia sono in totale 150 gli studenti di Istituti Tecnici, ad indirizzo tecnologico, che, in questi giorni, in concomitanza con l’inizio dell’anno scolastico, verranno assunti dal Gruppo Enel con un contratto di apprendistato di primo livello.

Il programma consentirà agli studenti di inserirsi in un vero contesto aziendale durante il quarto e quinto anno del corso di studi, alternando la frequenza delle lezioni in classe, alla presenza in azienda per la formazione tecnico-professionale. L’integrazione tra l’apprendimento in aula e l’esperienza lavorativa, sarà supportata e favorita per ciascuno "studente-apprendista" da cinque tutor aziendali e da uno scolastico, indicato dall’istituto. Durante l’anno scolastico gli studenti-apprendisti trascorreranno un giorno a settimana in azienda (equivalenti a circa 370 ore, ossia il 35% del totale ore dell’anno scolastico), svolgendo un programma formativo incentrato prevalentemente sul laboratorio e sulle competenze specifiche richieste.

Durante il periodo estivo gli studenti-apprendisti saranno, invece, presenti in azienda dal lunedì al venerdì, per complessive 38 ore settimanali, per effettuare sia la formazione tecnica, sia per sperimentarsi direttamente sul lavoro, con il Training on the job, affiancando le squadre operative e applicando concretamente le nozioni apprese durante l’anno scolastico, nel rispetto delle competenze acquisite in materia di safety. Dopo il conseguimento del diploma, tenuto conto della valutazione di merito del percorso effettuato in azienda, i ragazzi potranno accedere a una seconda fase di apprendistato professionalizzante, della durata di un anno. Sarà, pertanto, di 36 mesi la durata del periodo complessivo di apprendistato.

L’idea di avviare il progetto sperimentale nasce dall’esigenza di inserire diplomati nelle posizioni tecnico-operative aziendali, evitando periodi lunghi di formazione post diploma. Da qui il piano di anticipare l’ingresso degli apprendisti in azienda collaborando con la scuola, al fine di condividere un percorso con contenuti teorici più allineati alle esigenze industriali e con la parte pratica finalizzata a completare la formazione individuale. Le aree territoriali individuate da Enel, in relazione ai prevedibili fabbisogni occupazionali dell’azienda, sono: Milano, Pordenone, Cagliari, Latina, Salerno, Catanzaro e Palermo.

In Sicilia sede dell’iniziativa sarà l’Istituto tecnico industriale statale “Vittorio Emanuele III” di Palermo, dove è stata costituita un’apposita classe per i 20 giovani che sono stati selezionati tra i 190 studenti, provenienti delle diverse provincie siciliane, che hanno chiesto di aderire a tale programma e che, durante lo scorso mese di luglio, sono stati sottoposti a test e colloqui di valutazione. Il progetto  è stato reso possibile dalla cornice normativa che, con il decreto legislativo 81/2015 e il successivo decreto interministeriale del 12 ottobre 2015, hanno reso l’apprendistato scuola-lavoro una modalità di ingresso in azienda per gli studenti delle scuole secondarie superiori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vittorio Emanuele III, alternanza scuola-lavoro: 20 studenti assunti in Enel

PalermoToday è in caricamento