Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Almaviva, Orlando contro Ita: "Palermo non può accettare tanta disinvolta leggerezza"

Il sindaco ha scritto ai ministri del Lavoro e dello Sviluppo economico, Andrea Orlando e Giancarlo Giorgetti, per chiedere al governo di intervenire nella vertenza che mette a rischio centinaia di lavoratori del call center

Il sindaco Orlando a una manifestazione Almaviva (Foto d'archivio)

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha inviato una lettera ai ministri del Lavoro e dello Sviluppo economico, Andrea Orlando e Giancarlo Giorgetti, per chiedere al governo di intervenire in merito alla vertenza Almaviva. "L'attività di call center - scrive nella nota il sindaco - è stata occasione di occupazione rilevante che giovani donne e uomini palermitani hanno incrociato negli anni duemila. È la professionalità espressa dalle persone il vero capitale su cui investire e negli anni sono state sempre le stesse persone a lavorare sulla commessa Alitalia per Almaviva. Per questi motivi - aggiunge Orlando - non è accettabile la posizione di Ita, che circa due settimane fa ha concepito una gara per tale servizio con modalità che escludono il riconoscimento del valore del capitale umano di questa attività lavorativa in favore di un taglio netto dei costi. Palermo non può accettare tanta disinvolta leggerezza".

Orlando e l'assessora con delega al Lavoro, Giovanna Marano, ribadiscono ancora una volta "la necessità che il governo intervenga convocando Alitalia, Almaviva e Ita, in modo da trovare una soluzione che garantisca sia la tenuta occupazionale, nel rispetto della professionalità espressa in tutti questi anni dalle lavoratrici e dai lavoratori palermitani di Almaviva, sia la qualità del servizio alla nuova società".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Almaviva, Orlando contro Ita: "Palermo non può accettare tanta disinvolta leggerezza"

PalermoToday è in caricamento