rotate-mobile
La vertenza

Almaviva, prime bozze del decreto per ripristinare il 1500: pronti 16 milioni dal 2023 al 2025

E' la somma che il governo dovrebbe stanziare per far ripartire il servizio del ministero della Salute. Bevilacqua e Varrica (M5S): "Si salvaguardi l'intero perimetro occupazionale"

Circolano le prime bozze del decreto che dovrebbe ripristinare il servizio 1500 del ministero della Salute affidato ad Almaviva. Il governo avrebbe intenzione di stanziare poco meno di 5 milioni per il 2023 e 11 milioni per il biennio 2024-25. Il deputato regionale Adriano Varrica e la senatrice Dolores Bevilacqua, entrambi del M5S, si sono espressi in merito, auspicando che il "governo affronti al più presto l’intera vertenza" e che “salvaguardi l'intero perimetro occupazionale di Almaviva”. 

"Seguiamo passo dopo passo la vertenza relativa ai lavoratori Almaviva - affermano Varrica e Bevilacqua -. Dalle prime bozze che circolano, relative al decreto che dovrebbe ripristinare il servizio 1500, si evince che la strada intrapresa dal governo è quella che avevamo chiesto di percorrere già in legge di bilancio e nel Milleproroghe, vedendo bocciati i nostri emendamenti al Senato. Spingeremo affinché il decreto venga quanto prima esitato e approvato dal Consiglio dei ministri e in Parlamento sosterremo ogni norma che porti a una soluzione alla vertenza, prestando massima attenzione affinché venga salvaguardato l'intero perimetro occupazionale di Almaviva", concludono Varrica e Bevilacqua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Almaviva, prime bozze del decreto per ripristinare il 1500: pronti 16 milioni dal 2023 al 2025

PalermoToday è in caricamento