Cronaca

L'allergologo arrestato per abusi sessuali si difende: "Sono solo un medico scrupoloso"

Lorenzo Barresi, finito ai domiciliari, ha respinto l'accusa di aver palpeggiato seno ed inguine alle sue pazienti durante le visite all'Isme. L'inchiesta però è destinata ad allargarsi: altre donne si sarebbero fatte avanti per denunciare le violenze che avrebbero subito

L'inchiesta sui presunti abusi sessuali avvenuti all'interno dello studio dell'allergologo Lorenzo Barresi, all'Isme, è destinata ad allargarsi, intanto lui, però, durante l'interrogatorio di garanzia davanti al gip Clelia Maltese, ha invece respinto le accuse della Procura: ha negato di aver toccato il seno e le parti intime alle pazienti, spiegando di essere semplicemente "un medico scurpoloso".

Gli abusi in diretta: "Tolga il reggiseno, faccio un controllo manuale"

A denunciare l'allergologo, originario di Catania, finito agli arresti domiciliari una settimana fa, sono state due giovani che durante la visita sarebbero state pesantemente palpeggiate. Dalle intercettazioni compiute nella stanza del medico dai carabinieri, però, sono state individuate almeno altre otto donne che avrebbero subito lo stesso tipo di approccio. Adesso dovranno essere sentite dagli inquirenti, coordinati dal sostituto procuratore Giorgia Righi, ma - dopo la diffusione della notizia dell'arresto - altre persone si sarebbero fatte avanti per denunciare gli abusi che avrebbero subito anche loro.

L'allergologo era già stato indagato: "Devi fare visite più brevi"

Le pazienti hanno tutte preso appuntamento dal dottore Barresi per problemi legati a delle allergie, ma - come ha ricostruito l'accusa - si sarebbero poi ritrovate in slip e senza reggiseno perché il medico avrebbe allargato la sua visita ai seni e all'inguine. L'indagato era solito parlare di prevenzione, soprattutto del tumore alla mammella, ma sosteneva anche vi fossero collegamenti tra il seno e certe reazioni cutanee. Una teoria senza alcun fondamento scientifico che aveva spinto una paziente a chiedere: "Ma cosa c'entra la mia orticaria col seno?".

Durante l'interrogatorio Barresi - che si spacciava per senologo e immunologo - ha negato di aver abusato delle pazienti, sostenendo che per scrupolo avrebbe fatto degli accertamenti di prevenzione legati alla salute generale delle donne. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'allergologo arrestato per abusi sessuali si difende: "Sono solo un medico scrupoloso"

PalermoToday è in caricamento