rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Politeama / Via Cavour

L’allarme bomba di via Cavour, "sospetto" interrogato e rilasciato

Ennesimo episodio dettato probabilmente dalla psicosi terrorismo. I controlli su un palermitano, che si trovava a bordo della Fiat Uno sul quale era stato segnalato un pacco sospetto, vicino alla Banca d'Italia, hanno dato esito negativo

Rilasciato il proprietario dell’auto che ha mandato in tilt via Cavour per un presunto allarme bomba. Dopo un lungo interrogatorio è stato rilasciato il palermitano che ieri ha attirato l’attenzione delle forze dell’ordine. A far scattare l’intervento degli artificieri un pacco sospetto riposto all’interno di una Fiat Uno che aveva portato qualcuno a parlare anche di "rischio attentato".

La strada, nel tratto compreso tra via Ruggero Settimo e via Roma, è stata chiusa per permettere ai carabinieri e ai vigili urbani di gestire l’allarme in sicurezza. Qualcuno aveva riferito che l’uomo, risultato poi essere un palermitano, stesse guardando alcuni filmati che inneggiavano all’Isis. Un dettaglio che non è stato confermato e che potrebbe essere stato più dettato dalla psicosi terrorismo. Un po' come accaduto sabato sera, alla luce degli ultimi in Inghilterra, in piazza San Carlo, a Torino.

I tifosi della Juventus, impegnata a Cardiff nella finale di Champions League con il Real Madrid, sono fuggiti in preda al panico: circa 1.500 i feriti, travolti dalla bolgia (LEGGI ANCHE: LA TESTIMONIANZA DI UNA PALERMITANA). Il pacco in questione è stato analizzato ed è stato accertato che non contenesse nulla di pericoloso. La Fiat Uno, che era stata parcheggiata non lontano dalla sede palermitana della Banca d’Italia, è stata portata via con il carroattrezzi per gli ulteriori controlli che hanno dato esito negativo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’allarme bomba di via Cavour, "sospetto" interrogato e rilasciato

PalermoToday è in caricamento