Cronaca

Figuccia lancia l'allarme amianto: "330 scuole siciliane a rischio"

Il deputato dell'Udc all'Ars riprende i numeri del censimento realizzato dall’Osservatorio nazionale amianto: "Accelerare con la mappatura regionale alla quale deve seguire un adeguato piano di smaltimento"

"Almeno 330 scuole siciliane vivono l’incubo amianto". A lanciare l'allarme è Vincenzo Figuccia deputato dell'Udc all'Ars e leader del Movimento Cambiamo la Sicilia riprendendo i numeri e le considerazioni dell’Osservatorio nazionale amianto che ha realizzato, a livello nazionale, un censimento sui materiali che contengono amianto: 2.400 scuole, con esposizione alla fibra killer di almeno 352 mila alunni e 50 mila tra docenti e non docenti, mille biblioteche ed edifici culturali, 250 ospedali, 300 mila chilometri di tubature che diventano 500 mila compresi gli allacciamenti.

"In Sicilia - continua il parlamentare regionale - solo nel 2016 ci sono stati circa 600 decessi per amianto, si legge sul rapporto, con 100 casi di mesotelioma per lo stesso anno, ai quali si aggiungono almeno 200 decessi per cancro polmonare. Credo che sia opportuno - conclude - accelerare con la mappatura regionale alla quale segua un adeguato piano di smaltimento. Mi sono già attivato per chiedere al Dipartimento Protezione civile di favorire percorsi virtuosi e incentivi alla denuncia di discariche e lastre, nonché pseudo strutture e tettoie sgranate dove la fibra killer, imperversa un po' dappertutto". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Figuccia lancia l'allarme amianto: "330 scuole siciliane a rischio"

PalermoToday è in caricamento