Allagamenti a Partanna e Mondello, il Comune corre ai ripari: ecco la vasca

Sarà realizzata nello slargo antistante lo stabilimento "Guajana", tra le via Amarilli e Nestore. I lavori, dall'importo di 480 mila euro, saranno realizzati "in house" dal Coime e il termine è previsto a marzo del 2020

Una vasca contro gli allagamenti a Partanna e Mondello. Dopo gli ultimi episodi il Comune si mobilita per risolvere l'annoso problema. Il Servizio mobilità ha appena pubblicato la determina con la quale fissa i paletti per l'apertura del cantiere del Coime in via Partanna Mondello, nella zona dove sarà realizzata una vasca drenante per la raccolta di acque piovane.

La vasca sarà realizzata nello slargo antistante lo stabilimento "Guajana", tra le via Amarilli e Nestore, senza incidere sul traffico veicolare.
I lavori, dall'importo di 480 mila euro, saranno realizzati "in house" dal Coime e il termine è previsto a marzo del 2020.

L'intervento era stato approvato dalla Giunta a novembre scorso, su proposta dell'Area della rigenerazione urbana che ne ha curato il progetto nell'ambito degli interventi per la mitigazione del rischio di allagamenti nell’area di Partanna e Mondello. La vasca, che sarà realizzata con tutte le opere collegate, avrà un volume lordo di oltre 570 metri cubi.

Commentando il provvedimento, il sindaco Leoluca Orlando ha dichiarato che “mentre l’Amministrazione è impegnata con la Regione per lo sblocco delle opere più importanti e soprattutto gli interventi straordinari sul sistema del cosiddetto ‘ferro di cavallo’, continuiamo a realizzare interventi che, se non risolutivi, sono comunque un modo per far fronte ad eventi metereologici di media intensità. E’ importante che questo intervento in particolare sia interamente frutto del lavoro del Comune, dalla progettazione, al finanziamento, alla realizzazione tramite le maestranze e le professionalità del Coime”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Sospetto caso di Coronavirus, mascherine e fuggi fuggi al pronto soccorso del Cervello

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento