menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tratto interessato dal divieto a Sferracavallo

Il tratto interessato dal divieto a Sferracavallo

Alga tossica, superati i limiti: nuovi divieti di balneazione a Sferracavallo e Barcarello

A stabilirlo in sindaco Leoluca Orlando con due distinte ordinanze dopo i rilievi effettuati dall'Arpa Sicilia. Apposta la segnaletica per ricordare ai bagnanti le zone in cui non è consentito tuffarsi a mare

Superato il valore limite di concentrazione dell’alga tossica. Il sindaco Leoluca Orlando ha emanato due ordinanze per imporre il divieto di balneazione in due diversi tratti di mare a Sferracavallo e Barcarello. I bagnanti troveranno la segnaletica lì dove non sarà consentito tuffarsi in mare per la presenza dell’Osteopsis ovata. Alla fine di luglio la stessa sorte è toccata alla spiaggia sotto la Tonnara Bordonaro, a Vergine Maria.

I tratti di costa in questione sono quello nei pressi del porticciolo di Sferracavallo, all’altezza di via Virgilio, e a Barcarello (foto in basso), poco prima dell’accesso all’area marina protetta di Capo Gallo. “E' stata disposta - scrive il Comune - l’apposizione di segnaletica di avviso ai cittadini con la quale, in considerazione del potenziale rischio dovuto al rilascio di sostanze irritanti nell'aria, si consiglia di non sostare nelle immediate vicinanze".

Detti cartelli dovranno rimanere affissi fino a quando l’Arpa Sicilia non avrà comunicato l'esito delle analisi che confermano valori inferiori al limite di soglia previsto dal decreto interministeriale di marzo 2010. Sarà cura dell’Arpa informare l’Amministrazione in merito ai risultati dei campionamenti per l’emissione dei provvedimenti di competenza e per la rimozione dei cartelli per cessata emergenza.

Le ordinanze complete: Sferracavallo - Barcarello

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento