rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Borgo Nuovo

"AlfabetizzAscione", al via corso di italiano per 11 ucraini all'istituto superione di Borgo Nuovo

Le lezioni si terranno nell’aula Avanguardie, spazio colorato, pieno di monitor e di pouf colorati, concepito per la didattica innovativa e sperimentale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Da lunedì 11 aprile parte il corso di prima alfabetizzazione per i rifugiati ucraini presso l’IISS “E. Ascione” di Palermo. Il conflitto in Ucraina ha generato una gravissima emergenza umanitaria che ha spinto circa quattro milioni di persone a mettere la propria vita in una valigia e lasciarsi alle spalle affetti, casa, lavoro. L’Europa tutta ha offerto loro ospitalità, affetto e supporto morale e materiale. E anche il capoluogo siciliano ha accolto a braccia aperte donne, bambini e anziani che hanno bisogno di ricominciare da capo, di rifarsi una vita in attesa di tornare nel loro paese d’origine. I rifugiati ucraini hanno bisogno soprattutto di un po’ di normalità. Ma che cosa è la normalità se non la libertà di esprimere i propri bisogni, i sentimenti, i desideri?

In questa ottica l’IISS “ E. Ascione”, a partire da lunedì 11 aprile, attiverà “AlfabetizzAscione”, un corso di prima alfabetizzazione per tutti gli ucraini e le ucraine di ogni età che sentono il bisogno di imparare la lingua italiana e di integrarsi nel tessuto sociale di una città che, con calore e affetto, li ha accolti a braccia aperte e si è preso cura dei loro bisogni. Il corso si terrà nell’aula Avanguardie, un'aula colorata, piena di monitor e di pouf colorati, concepita per la didattica innovativa e sperimentale. Tre volte a settimana in orario scolastico, le professoresse G. Montalbano, L. De Lisi, S. Silipigni e G. Romano accoglieranno in via Centuripe 11 i propri ospiti e li guideranno alla scoperta della lingua italiana, seguendo un percorso graduale che li porterà a comunicare in una lingua fino ad ora per loro sconosciuta.

L’idea è nata il primo aprile, giorno in cui una rappresentanza di alunni e docenti dell’Ascione ha portato il proprio contributo di solidarietà agli undici rifugiati ucraini, ospitati a Termini Imerese da Marco Norrito, un privato cittadino che ha aperto loro la sua casa di villeggiatura e il suo cuore. Sette adolescenti di un orfanotrofio di Kiev e il loro tutor Anatoliy con la sua famiglia hanno accolto con entusiasmo la proposta di seguire il corso di prima alfabetizzazione che li metterà nelle condizioni di comunicare con il nuovo contesto in cui sono stati calorosamente accolti. Al corso parteciperanno anche due adolescenti ucraini ospitati a Monreale e da poco inseriti all’Ascione in due classi prime dell’indirizzo Odontotecnico, dove avranno l’opportunità di proseguire il percorso di studi che sono stati costretti ad abbandonare nel loro Paese. Frequentando i loro coetanei, impegnandosi nelle attività previste nei laboratori, sarà più semplice per loro lasciarsi alle spalle l’esperienza traumatica che hanno vissuto e iniziare a guardare al futuro con fiducia e speranza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"AlfabetizzAscione", al via corso di italiano per 11 ucraini all'istituto superione di Borgo Nuovo

PalermoToday è in caricamento