Mercoledì, 27 Ottobre 2021

VIDEO | Alberi non potati e strade buie, viaggio nella "giungla Palermo": "Speriamo non ci scappi il morto"

Dalla Fiera al Cep, passando per Passo di Rigano e Borgo Nuovo, la situazione è sempre la stessa. Rami che entrano quasi dentro le case, rami che toccano le teste dei ciclisti e oscurano i punti luce. La replica dal Comune: "Non abbiamo mezzi e personale sufficienti"

Dalla Fiera al Cep, passando per Borgo Nuovo e Passo di Rigano, Palermo è "ostaggio" degli alberi non potati. Una situazione che si ripete di strada in strada, di via in via, di circoscrizione in circoscrizione, con disservizi e difficoltà sempre uguali. Abbiamo fatto un viaggio nella "giungla Palermo", tra le difficoltà e i pericoli legati alle mancate potature di grossi arbusti. In via Ammiraglio Rizzo il lungo filare di alberi costeggia la pista ciclabile e le fronde arrivano a lambire le teste dei ciclisti ma anche dei pedoni che passeggiano sui marciapiedi. Il signor Angelo ci mostra la finestra della sua casa al primo piano, all'incrocio con via Cimbali. Affacciandosi dalla cucina, i rami degli alberi entrano quasi fino all'interno. Strettamente connesso al disservizio del settore, c'è poi quello legato alla sicurezza stradale. Le chiome degli alberi coprono infatti i pali della luce e "spesso - ci racconta il presidente dell'Ottava circoscrizione Marco Frasca Polara - gli operai di Amg non possono intervenire perché le fronde ostacolano il loro lavoro". 

Ci spostiamo in via Barisano da Trani, al Cep, davanti all'asilo Peter Pan, finito nelle ultime settimane agli "onori" della cronaca per l'incendio che ha devastato la struttura lo scorso 2 gennaio. All'interno c'è un grosso arbusto che non viene potato da anni, con i rischi che si potrebbero incorrere soprattutto nelle giornate di vento. Criticità anche in via Brunelleschi, tra marciapiedi dissestati dalle radici che si inerpicano fino ai tombini, alberi potati a metà, punti luce oscurati e difficoltà persino nella ricezione del segnale tv delle antenne. "E' vergognoso - commenta il consigliere della Sesta circoscrizione, Antonio Nona - assistere a situazioni simili nella quinta città d'Italia". 

Nella lunga via Castellana che da Passo di Rigano si potrae fino ai piedi di Bellolampo un tunnel di Ficus Benjamin fa da corazza a tutta la strada che pare inghiottita nel buio. "Da almeno sei sette anni - spiega Fabio Teresi, presidente della Quinta circoscrizione - chiediamo un intervento ma siamo sempre al punto di partenza. E' una strada frequentata da chi accelera più del dovuto e qui prima o poi scapperà qualche tragedia. Speriamo di non dover dire 'l'avevamo detto'". 

Dal Comune, però, allargano le braccia. "Non abbiamo personale e mezzi sufficienti - ammette a PalermoToday l'assessore al Verde Sergio Marino - e per la tipologia di alberi presenti in città serve un intervento costante. Palermo è grande e ogni giorno ci occupiamo di risolvere i problemi di alcune aree con le risorse che abbiamo, fino a oggi siamo stati alla clinica Zancla, ma non è facile. Stiamo pensando di chiedere il supporto di Reset ma bisogna avere il quadro economico della situazione che non possiamo avere finché non chiudiamo il bilancio 2021"

Si parla di

Video popolari

VIDEO | Alberi non potati e strade buie, viaggio nella "giungla Palermo": "Speriamo non ci scappi il morto"

PalermoToday è in caricamento