rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Albergheria, gli studenti riscoprono il territorio partendo dalle edicole votive

Il progetto si chiama "Sotto una tenda siamo tutti nomadi" e vede la partecipazione degli alunni dell'istituto "Damiani Almeyda - Crispi", del liceo artistico e dell'istituto comprensivo Nuccio

Riscoprire il territorio cittadino a partire dalle edicole votive. E' lo scopo del progetto “Sotto una tenda siamo tutti nomadi” che, coordinato dalla "Fondazione Salvare Palermo onlus", coinvolge gli alunni dell'istituto Damiani Almeyda – Crispi, del liceo artistico e dell'istituto comprensivo Nuccio.

"L'iniziativa  - spiegano i promotori  - intende promuovere l'arte come strumento di conoscenza del patrimonio storico artistico e culturale. In particolare, il progetto riguarda lo studio delle edicole votive che si trovano nel distretto scolastico dell'Albergheria e che versano in uno stato di totale abbandono". ll progetto è nato con la collaborazione dell'assessorato alla Scuola, assessorato alla Cultura, assessorato al Centro Storico e l'assessorato alla Partecipazione e al Decentramento.

"Si vuole sottolineare – ha detto l'assessora alla Scuola, Barbara Evola - suggella l'importanza di avvicinare i ragazzi alla conoscenza della propria città e dei quartieri storici come punto di crescita individuale e di evoluzione sociale.
La collaborazione fra Università, Comune e diversi attori del privato sociale, crea una sinergia che segue lo stesso obiettivo dell'Amministrazione Cittadina che della partecipazione, specialmente dei più giovani, ha fatto un suo cavallo di battaglia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albergheria, gli studenti riscoprono il territorio partendo dalle edicole votive

PalermoToday è in caricamento