menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Parte della droga sequestrata

Parte della droga sequestrata

Beccato con la droga rompe un braccio a un carabiniere e fugge aiutato dai fratelli, 3 arresti

E' accaduto all'Albergheria. I militari stavano effettuando un controllo in casa di un 28enne ai domiciliari. La reazione è stata violenta e i congiunti lo hanno aiutato a scappare. Il militare ferito dovrà essere operato

E' ai domiciliari con braccialetto elettronico, ma durante un controllo da parte dei carabinieri viene trovato in possesso di 250 grammi di marijuana e un panetto di hashish e reagisce sferrando un pugno a uno dei militari, con violenza tale da rompegli un braccio. Dopo, aiutato dai suoi fratelli, scappa per essere rintracciato dopo 48 ore. E' accaduto all'Albergheria dove sono scattate le manette per S.G., 28 anni, F.G. e M.G., 26 e 27 anni.

I fatti risalgono a venerdì pomeriggio, ma sono stati resi noti oggi. I tre fratelli - tutti noti alle forze dell'ordine - sono accusati di resistenza, lesioni in concorso, procurata evasione, evasione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

"I militari  - si legge in una nota - si sono recati nell’abitazione di S.G., già sottoposto alla detenzione domiciliare con braccialetto elettronico, e hanno trovato 250 grammi di marijuana e un panetto di hashish. Il 28enne, dopo aver tentato di disfarsi della droga, inveiva e aggrediva i carabinieri, sferrando un pugno a un militare e provocandogli la frattura del braccio sinistro", Poi sono intervenuti anche gli altri due fratelli conviventi e il 28enne è riuscito a scappare liberandosi del braccialetto elettronico. Dopo la colluttazione, sono intervenute altre pattuglie e i due fratelli sono stati condotti in caserma e arrestati. Il fratello fuggitivo è invece stato rintracciato ieri "dopo due giorni di incessanti ricerche e controlli a tappetto nel quartiere"

La droga è stata sequestrata e trasmessa al laboratorio del Comando provinciale per le analisi di rito. L’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto dei due fratelli di 26 e 27 anni con rito direttissimo e disposto per loro la misura cautelare degli arresti domiciliari. Anche per il maggiore dei tre l’arresto è stato convalidato con rito direttissimo ed è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

Il carabiniere ferito si trova attualmente ricoverato presso l’ospedale Civico e in settimana sarà sottoposto a intervento chirurgico. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento