Capannone in stile Liberty e alloggi popolari: così rinasce l'Albergheria

La Regione ha dato il via libera al finanziamento del progetto presentato da Iacp e Sos Ballarò per la riqualificazione e il rilancio del quartiere. Prevista anche la realizzazione di un campo di calcetto. Orlando: "Diventerà nuovo polo di attrazione"

Il vecchio capannone in piazza del Carmine

Un campo da calcetto, nuovi alloggi e una struttura coperta che richiami lo stile Liberty. Sono gli elementi che porteranno alla "rinascita" dell'Albergheria. Nell'ambito del piano per l'inclusione sociale e lotta alla povertà, la Regione ha dato il via libera al finanziamento del progetto presentato da Iacp e Sos Ballarò per la riqualificazione e il rilancio del quartiere. 

"L'operazione - si legge in una nota del Comune - è destinata a 'categorie fragili per ragioni economiche e sociali' e alle continua riqualificazione di Ballarò. Sarà effettuata con un contributo a fondo perduto pari al 100% delle spese di investimento ammissibili. In particolare, verranno realizzati cinque alloggi in via Chiappara al Carmine, una struttura coperta che richiami l’ex capannone Liberty disegnato da Basile che era presente su piazza del Carmine fino agli anni 70 del secolo scorso che era adibito ad antico mercato del pesce del mercato di Ballarò, altri 15 alloggi tra vicolo Placido Viola e vicolo Quartararo. La copertura del mercato di Ballarò in piazza del Carmine di fatto ridarà lustro alla piazza incrementando la ripresa economica del mercato".

Il progetto prevede anche la costruzione di un campo di calcetto dove attualmente si svolge il "mercatino di Ballarò" tra via Albergheria, via Flavio Andò, via Luigi Siciliano Villanueva e via Tina Di Lorenzo. "Ancora una volta – ha commentato il sindaco Leoluca Orlando -  Ballarò si conferma cuore pulsante e luogo di stimoli per l'intera città. La collaborazione fra Iacp, Comune e l’assemblea pubblica Sos Ballarò porta un risultato straordinario, con il mercato che può ambire a recuperare e rafforzare il proprio ruolo per il piccolo commercio, ma soprattutto può divenire un nuovo polo di attrazione per palermitani e turisti, con un recupero filologico dell'area  Il tutto con un approccio che ancora una volta segna come per Palermo coincidono le cifre dell'accoglienza e dello sviluppo per tutti".

Per gli assessori Emilio Arcuri e Sergio Marino, si tratta di "un progetto che unisce il recupero strutturale e la riqualificazione urbana con il rilancio dell'area del mercato, sviluppo sociale e sviluppo economico. Un'importante sinergia fra istituzioni pubbliche e fra queste e comitati di cittadini".

"Questo progetto è importante perché sottolinea la natura popolare del quartiere albergheria. - ha detto Massimo Castiglia, presidente della prima circoscrizione - Dei ruderi, palazzi distrutti, verranno recuperati con un intervento di recupero edilizio che influisce sul quartiere e va incontro alle esigenze di chi è in difficoltà e in disagio alloggiativo. Saranno 25 appartamenti, è importante ed è da stimolo il mercato coperto di piazza del Carmine fortemente voluto dai mercatari stessi perché permette di creare un'attrazione e di regolarizzare il mercato stesso. ci auguriamo che questo sia l'inizio di una collaborazione tra istituzioni e territorio per il rilancio dei quartieri popolari e dei mercati storici della città. Adesso chiederemo allo Iacp e agli assessorati coinvolti di avviare un processo partecipato rispetto al progetto del capannone".

"Dopo due anni dalla nascita dell'assemblea di quartiere Sos Ballarò si aggiunge un altro tassello importante al nostro percorso - ha sottolineato Marco Sorrentino dell'assemblea di quartiere Sos Ballarò - Questa estate siamo riusciti a lavorare molto bene con lo Iacp in una visione di insieme per potere portare degli alloggi popolari nel quartiere Albergheria e quindi ripopolare questa zona e rivedere alcuni spazi abbandonati recuperati e abitati, quindi creare bellezza, che per noi è molto importante. Un quartiere che è ancora oggi pieno di palazzi diroccati ancora dopo la seconda guerra mondiale e dai bombardamenti. Nel protocollo che abbiamo sottoscritto con lo Iacp abbiamo individuato alcune aree da riqualificare altre aree in cui supportare l'attività commerciale del Mercato di Ballarò. La nostra proposta era quella di riedificare il capannone che era presente fino agli anni '70 a piazza del Carmine. Questo permetterebbe di regolarizzare i comemcianti di piazza Carmine. Per noi è un momento importante, la sinergia tra residenti, associazione del territorio e mercatari ha portato a colloquiare direttamente con l'amministrazione comunale. Siamo contenti di compiere questo ulteriore passo in avanti verso la riqualificazione del quatiere Albergheria".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’importo totale dei progetti approvati nell’area dell’Albergheria è superiore a 6 milioni di euro. Saranno inoltre investiti quasi 500 mila euro per la ristrutturare l’ex laboratorio Zeta in via Boito, che diventerà a tutti gli effetti una casa con 20 posti letto destinata ai migranti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus, Musumeci gela tutti: "Prima o poi arriveremo alla chiusura totale"

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • Regione, nuova stretta anti Covid: locali chiusi alle 23, dad nei licei e trasporti dimezzati

  • Piazza di Mondello, chiuso ristorante: "Bagno senza sapone e lavoratori in nero"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento