rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Zisa

La baby gang che terrorizza i ragazzini alla Zisa: studenti aggrediti, 12enne in ospedale

Giornata da dimenticare per una scolaresca della media Antonio Ugo di via Ettore Arculeo che stava completando una visita guidata tra le bellezze di Palermo. La denuncia di una mamma: "Uno di loro è stato colpito anche con una bottiglia di vetro per aver osato difendere il suo amico"

Li avrebbero minacciati mentre stavano giocando sull’altalena, durante una tappa ai giardini del Castello della Zisa, prima di rientrare a scuola al termine di una visita guidata tra le bellezze di Palermo. Giornata da dimenticare per una scolaresca della media Antonio Ugo di via Ettore Arculeo finita ieri nel mirino di una baby gang.

Ad avere la peggio è stato un ragazzino di 12 anni che, oltre a riportare alcune escoriazioni, è tornato a casa impaurito e con gli occhiali rotti. Il giovane, accompagnato in ospedale dai genitori per accertamenti, è stato dimesso con una prognosi di pochi giorni. "Purtroppo non è la prima volta che succede. Questo posto sta cominciando a diventare pericoloso, servono più controlli", racconta una mamma fra timore e rabbia.

L’episodio è avvenuto ieri ed è stato denunciato questa mattina da un professore incaricato dal preside che si è rivolto ai poliziotti del commissariato Zisa-Borgo Nuovo. Secondo quanto ricostruito ragazze e ragazzi dell’Antonio Ugo, accompagnati dai docenti, avevano partecipato a un progetto culturale. Terminato il tour, il gruppo avrebbe approfittato del bel tempo deviando verso l’area verde che si trova ai piedi del castello.

"Da quello che abbiamo ricostruito - dice un’altra mamma - c’erano questi ragazzini che si facevano dei selfie. Si sono avvicinati alle altalene e hanno minacciato un compagno di mio figlio. Poi si sono scagliati contro di lui e contro un altro giovane, colpito anche con una bottiglia di vetro per aver osato difendere il suo amico". Fra un racconto e l'altro le mamme ricordano di un altro episodio avvenuto l'anno scorso.

"Era maggio - afferma un’altra - e una di queste baby gang ha rovinato una festicciola che avevamo organizzato all’aria aperta. Non è possibile pensare che un luogo del genere non sia sicuro e frequentabile dalla gente che vive il quartiere. Servono maggiori controlli, serve un presidio fisso con il coinvolgimento del Comune, della polizia municipale e delle forze dell’ordine".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La baby gang che terrorizza i ragazzini alla Zisa: studenti aggrediti, 12enne in ospedale

PalermoToday è in caricamento