Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Ragazzini presi a pugni a Villa Giulia: "Picchiati perché siamo gay"

Le vittime hanno 15 e 16 anni: sono state colpite al volto mentre stavano chiacchierando su una panchina. La polizia: "Indagini in corso per individuare gli aggressori"

"Siamo stati picchiati perché siamo gay". Aggressione omofoba ieri sera a Villa Giulia. Due ragazzini di 15 e 16 anni sono stati insultati e presi a pugni da un gruppo di ventenni mentre stavano chiacchierando su una panchina. Uno dei due giovanissimi è stato colpito con un pugno in bocca, l'altro con un pugno in faccia. Dopo l'aggressione le vittime hanno contattato la polizia.

"Si sono avvicinati aggredendoci prima verbalmente, inveendo contro di noi solo perchè gay - dice uno dei due minorenni -. Noi li abbiamo ignorati, pensando che la finissero e ci lasciassero in pace. Ma hanno continuato a dire frasi omofobe contro di noi e si sono avvicinati di più. Poi i pugni. Ognuno ha diritto alla vita e nessuno può permettersi di calpestare nessuno".

"I due ragazzi hanno consegnato agli agenti il numero di targa del mezzo di uno degli aggressori - spiegano adesso dalla questura -. Hanno subìto entrambi delle lievi escoriazioni. Tutti e due sono stati portati in ospedale, al Buccheri La Ferla, dai sanitari del 118. Non prima però di avere fornito agli agenti una descrizione dettagliata degli aggressori". Indagini in corso per l'identificazione.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzini presi a pugni a Villa Giulia: "Picchiati perché siamo gay"

PalermoToday è in caricamento