menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Infermiere picchiato al pronto soccorso di Partinico, arrestato l'aggressore

La vittima, G.O., 46 anni, presa a pugni in faccia, ha una frattura allo zigomo e dovrà essere sottoposta ad un intervento chirurgico

E' stato arrestato dai carabinieri il paziente che nella notte tra sabato e domenica ha aggredito un infermiere del pronto soccorso di Partinico. Si chiama David Giambrone, ha 37 anni, è di Borgetto ed è il nipote di Giuseppe Giambrone, condannato per associazione di tipo mafioso. La vittima, G.O., 46 anni, presa a pugni in faccia, ha una frattura allo zigomo e dovrà essere sottoposta ad un intervento chirurgico. 

IL FATTO - Dopo gli esami di routine, che hanno escluso patologie in atto nel paziente che si è recato al pronto soccorso accusando problemi cardiologici, lo stesso paziente è stato invitato ad aspettare il tempo necessario a ripetere gli esami, così come previsto dai protocolli. Il 37enne però non ha preso bene la comunicazione e approfittando della momentanea assenza del personale di vigilanza, impegnato nella sala rossa del triage, ha colpito più volte al volto l'infermiere. Solo l'intervento dei colleghi e del personale di vigilanza lo hanno bloccato. 

IL COMMENTO DEL DIRETTORE DELL'ASP - "Siamo vicini al nostro dipendente e ai suoi familiari, così come a tutti coloro i quali lavorano nei pronto soccorso - ha detto Antonio Candela -, condanniamo con fermezza la brutale aggressione. Supportaremo l'infermiere nel percorso di guarigione e affiancandolo in tutte le azioni nelle sedi competenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento