Ospedale di Termini, colpisce medico con un estintore: arrestato

In manette un 35enne per minacce e lesioni: stava aspettando il suo turno per essere visitato ma spazientito dall'attesa avrebbe iniziato a inveire contro il personale sanitario pretendendo di accelerare i tempi. Poi l'aggressione

L'ospedale Cimino

Fermato dai carabinieri per aver colpito un medico con un estintore. E’ successo ieri all’ospedale Cimino di Termini Imerese dove un 35enne è stato arrestato per minacce e lesioni. Secondo una prima ricostruzione l’aggressore stava aspettando il suo turno per essere visitato. Spazientito dall'attesa avrebbe iniziato a inveire contro il personale sanitario pretendendo di accelerare i tempi.

Il medico aggredito avrebbe poi cercato di riportare la calma ma l’uomo lo avrebbe colpito utilizzando anche un estintore trovato nei locali del pronto soccorso. Nella colluttazione la vittima ha riportato traumi e lesioni considerati guaribili in 15 giorni.

La direzione aziendale dell’Asp di Palermo intanto ha espresso la “massima solidarietà al medico del pronto soccorso del Cimino di Termini Imerese aggredito la notte scorsa a colpi di estintore. “La brutale violenza che si è abbattuta su un professionista che stava facendo con scrupolo ed impegno il proprio lavoro è il segnale dell’insopportabile clima che si respira in molte corsie di ospedale - sottolineano dall’Asp di Palermo - condanniamo con fermezza qualsiasi forma di sopraffazione anche verbale. Al medico ed al personale tutto dell’ospedale Cimino va la solidarietà ed il massimo supporto che manifesteremo in tutte le sedi competenti. Nel ringraziare il personale di vigilanza immediatamente intervenuto e le forze dell’ordine che hanno identificato e fermato il vile aggressore, preannunciamo che ci costituiremo parte civile in un eventuale giudizio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il Comitato consultivo dell’Asp di Palermo - si legge in una nota - manifesta tutta la propria vicinanza e solidarietà al medico aggredito a colpi di estintore da un uomo che, già, era stato sottoposto a cure ed esami nella struttura. E’ insopportabile e insostenibile leggere e commentare notizie di inaudita violenza ai danni di professionisti impegnati in prima linea, condanniamo con assoluta fermezza episodi brutali nelle corsie di ospedali che, purtroppo, si susseguono con cadenza quasi quotidiana. La presenza del personale di vigilanza ha, per fortuna, scongiurato il peggio ed il pronto intervento dei assicurato ha assicurato alla giustizia la persona che si è resa protagonista di un episodio vile e inqualificabile. Al medico e a tutto per il personale del Cimino di Termini Imerese diciamo grazie per il grande lavoro che svolgono, soprattuto in questo delicato momento per la salute pubblica e allo stesso tempo manifestiamo la solidarietà dell’interno Comitato consultivo aziendale dall’Asp di Palermo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Prima un'erezione di 4 ore, poi la morte: come riconoscere il velenosissimo ragno delle banane

  • Folla senza mascherina al Berlin, scatta chiusura: "Denunciato il titolare"

  • Sanità palermitana in lutto, è morto il cardiologo Giuseppe Andolina

Torna su
PalermoToday è in caricamento