Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca Montegrappa-Santa Maria di Gesù / Via Ernesto Tricomi

Aggressione al Civico, medico colpito in faccia da un paziente: ferito all'occhio

Un dottore del pronto soccorso, il sessantenne Vincenzo Pio Trapani, è diventato oggetto della furia di un uomo in attesa di avere suturata una ferita. Gli ha sferrato un pugno al volto rompendogli gli occhiali: per lui lesione alla retina. Indaga la polizia

L'ingresso dell'ospedale Civico - foto archivio

Nuova aggressione al pronto soccorso, medico ferito a un occhio. Un altro episodio violento è stato registrato sabato pomeriggio al Civico, dove un paziente di ritorno dal reparto di Chirurgia si è scagliato contro un medico di 60 anni, Vincenzo Pio Trapani, sferrandogli un pugno al volto e spaccandogli gli occhiali. Per lui una lesione alla retina e una prognosi di 13 giorni.

I fatti sono avvenuti intorno alle 14. Un paziente era arrivato al pronto soccorso dopo un incidente che gli aveva causato una profondo taglio al volto. Dopo l'accettazione e i primi controlli, l’uomo è stato trasferito nel reparto di Chirurgia dove avrebbero dovuto suturargli la ferita. "Il paziente era troppo agitato - spiegano dall’ospedale - e non è stato possibile intervenire. Quindi è stato portato nuovamente al pronto soccorso per attendere che la situazione si tranquillizzasse".

Un "rimbalzo" che l’uomo non avrebbe gradito, tanto da protestare animatamente già lungo il tragitto. Una volta tornato nell’area d’emergenza l’uomo si sarebbe lamentato con il dottore Trapani, il primo capitatogli "a tiro". Dopo un pacato botta e risposta - così riferiscono i presenti - l’uomo gli avrebbe mollato un destro in pieno volto, mandando in frantumi i suoi occhiali. Una scena alla quale hanno assistito, prima di intervenire, anche le guardie giurate all’ingresso del pronto soccorso.

La direzione del Civico, appresa la notizia, ha chiesto l'intervento della polizia che sta accertando la dinamica dei fatti e presto potrebbe denunciare l’aggressore per lesioni personali e interruzione di pubblico servizio. Lo scorso 18 gennaio una dottoressa e un’infermiera sono state vittime della ferocia di una paziente e della suocera. "Si un facemu accussì un noni runanu cuntu", avrebbe detto poco prima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione al Civico, medico colpito in faccia da un paziente: ferito all'occhio

PalermoToday è in caricamento