Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca Cruillas / Via Trabucco

"Ti faccio vedere io se non si può fare": impiegato preso a pugni all'ospedale Cervello

La vittima è un 46enne, addetto all’ufficio ticket: ha riportato contusioni in testa, al collo e alla spalla. Diverse persone sono intervenute per mettere fine alla violenza. L’aggressore è scappato con la sua moto

Ancora un'aggressione all’ospedale Cervello. Venerdì scorso un impiegato, R.T. di 46 anni, addetto all’ufficio ticket è stato preso a pugni da un utente. L'uomo, che indossava un casco da moto in testa, avrebbe detto al dipendente: “Ora ti faccio vedere io se non si può fare”. Poi l'aggressione di fronte all’ingresso dell’edificio A.

Diverse persone sono intervenute per fermare la violenza. La vittima ha riportato alcune contusioni in testa, al collo e alla spalla: è stato refertato al Pronto soccorso e ha sporto denuncia contro ignoti ai carabinieri. L’aggressore è scappato con la sua moto.

Si tratta dell'ennesimo episodio di violenza all'interno di una struttura sanitaria. L'ultimo caso, all'interno dello stesso ospedale, lo scorso 24 maggio, quando il marito di una paziente avrebbe tentato di dare un pugno ad uno dei medici di turno. Le cose non vanno meglio nelle altre strutture: al pronto soccorso di Partinico una guardia giurata, lo scorso 22 giugno, è stata presa a calci e pugni all'addome e in faccia. I medici che lo hanno soccorso e visitato gli hanno diagnostico la frattura del naso e della mascella con una prognosi di 25 giorni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ti faccio vedere io se non si può fare": impiegato preso a pugni all'ospedale Cervello

PalermoToday è in caricamento