rotate-mobile
Cronaca

Violenza al porto, litiga con una guardia giurata prima dell'imbarco e gli dà una testata

La polizia ha denunciato un uomo che era in partenza per Napoli. Il dipendente dell'istituto di vigilanza privata, dopo le cure prestate dai sanitari del 118, è stato portato in ospedale prima di essere dimesso con una lussazione alla mandibola e un dito fratturato: 25 giorni di prognosi

Si sarebbe beccato una testata e qualche pugno, riportando una lussazione della mandibola e la frattura di un dito. Giornata da dimenticare per una guardia giurata che ieri è finita in ospedale ed è stata dimessa dal pronto soccorso di Villa Sofia con 25 giorni di prognosi. Tutto per un diverbio, avvenuto nell’area imbarchi, con un passeggero che stava per salire a bordo della nave diretta a Napoli. Il presunto aggressore è stato identificato dalla polizia ed è ora indagato per il reato di lesioni.

A denunciare l’episodio al posto di polizia di frontiera marittima è stato lo stesso dipendente dell’istituto di vigilanza impegnato nel controllo dei passeggeri sottobordo. Secondo una prima ricostruzione la discussione sarebbe nata nel momento in cui la guardia giurata avrebbe chiesto documenti e carta d’imbarco a un passeggero che si trovava nella cosiddetta area security. Il viaggiatore, dopo aver già superato l’imbarco, avrebbe chiesto di uscire per andare a comprare del cibo ai figli.

Dopo qualche resistenza la guardia giurata gli avrebbe consentito di allontanarsi, ricordando al passeggero che per rientrare avrebbe dovuto esibire nuovamente i documenti e la carta d’imbarco. Alla richiesta che era stata preannunciata, il viaggiatore avrebbe reagito rispondendo: "Non ti do nulla - viene ricostruito nella denuncia - tu non sei padrone della mia vita". Dopo un momento di apparente calma, l’uomo si sarebbe scagliato contro la guardia giurata e imprecando lo avrebbe colpito con una testata e un paio di pugni.

Per dividerli sono intervenuti gli agenti di polizia e i militari della guardia costiera che hanno poi denunciato l’uomo. Il dipendente dell’istituto di vigilanza privata, con occhiali da sole rotti e camicia strappata, è stato medicato dai sanitari del 118 e portato a Villa Sofia. Il viaggiatore invece, una volta identificato, ha raggiunto la famiglia, è salito sull’auto e si è imbarcato sulla nave diretta verso il porto di Napoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza al porto, litiga con una guardia giurata prima dell'imbarco e gli dà una testata

PalermoToday è in caricamento